Home Cronaca Palermo, Roberta 17enne carbonizzata in un dirupo: confessa il fidanzato

Palermo, Roberta 17enne carbonizzata in un dirupo: confessa il fidanzato

CONDIVIDI

È stato il 19enne fidanzato di Roberta Siragusa a far ritrovare il corpo della 17enne carbonizzato in un dirupo a Palermo.

Roberta Siragusa morta, confessa il fidanzato
Roberta Siragusa ed il fidanzato- Facebook

La giovane era sparita da giorni ma le indagini sono state interrotte da una confessione scioccante. Ecco cosa è emerso sul caso di Roberta Siragusa.

Roberta Siragusa, scomparsa a 17 anni

La vicenda della giovanissima Roberta Siragusa è finito nel peggiore dei modi.

La 17enne era originaria della provincia si Palermo dove viveva con la sia famiglia. La scomparsa di Roberta risale, come riporta Tgcom24, alla giornata di sabato 23 gennaio ma i suoi famigliari non erano rimasti con le mani in mano.

La famiglia aveva infatti segnalato subito la scomparsa ai carabinieri di zona che poi avevano avvisato anche la Procura dei minori.

Come di prassi le ricerche erano partite a ridosso della denuncia: gli agenti avevano predisposto le prime indagini raccogliendo le testimonianze dei vicini ed amici.

Nella mattinata di oggi però è giunta la notizia di un’inimmaginabile svolta e la modalità con cui è avvenuta è ancora più incredibile.

La svolta impensabile: il fidanzato ha confessato

L’apprensione per la scomparsa della 17enne saliva di ora in ora fino alla tragica conferma.

Roberta Siragusa è morta ed il suo cadavere è stato ritrovato a Caccamo in provincia di Palermo.

A portare a lei sarebbe stato proprio il fidanzato della ragazza, con il quale appariva in molte foto e che le dedicava parole d’amore sui social.

Da quanto emerge dalle prime indiscrezioni pare che il 19enne Piero Monreale si sia ad un certo punto deciso a rilasciare delle dichiarazioni.

Il giovane si è recato in Questura questa mattina intorno alle 9.30. Con lui c’erano anche i suoi genitori ed il legale.

Da quanto emerge il giovane avrebbe indicato con precisione il luogo dove la ragazza è poi stata ritrovata: un burrone nella zona di Monte San Calogero.

Gli inquirenti soni giunti sul posto ed hanno fatto la tremenda scoperta: Roberta si trovava davvero nel dirupo, ormai cadavere.

Il suo corpo era orrendamente carbonizzato ed il 19enne a quel punto è crollato confessando di essere l’autore dell’atroce delitto.

“Conosco entrambe le famiglie.. Per Caccamo è un giorno tristissimo. Questa notizia ha sconvolto tutti”.

Ha dichiarato commosso il Sindaco.

Sul luogo sono ancora attualmente in corso le operazioni di recupero del corpo ed i primi rilievo. Saranno gli inquirenti a capire la dinamica di quanto accaduto davvero alla povera Roberta Siragusa.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”