Home News Pakistan, attentato in una scuola: almeno 7 bambini morti

Pakistan, attentato in una scuola: almeno 7 bambini morti

CONDIVIDI

L’esplosione è avvenuta in una madrasa a Peshawar, nella zona nordoccidentale, durante l’insegnamento del Corano.

attentato scuola pakistan

Sarebbero almeno una 70ina le persone rimaste ferite, di cui 10 in condizioni gravi.

Attentato in una scuola in Pakistan

Drammatica esplosione questa mattina in una scuola coranica in Pakistan. Come riferisce Tgcom24, una persona conosciuta nella madrasa avrebbe lasciato un sacchetto di plastica incustodito, nel quale era presumibilmente contenuto l’esplosivo.

L’esplosione è avvenuta nel Peshawar, capitale della provincia di Khyber Pakhtunkhwa, nel nordovest del Pakistan. Quando c’è stata la deflagrazione, alla lezione stavano partecipando circa 1000 studenti.

“L’esplosivo è stato posto all’interno di una busta di plastica lasciato da una persona conosciuta all’interno della
scuola”

ha fatto sapere un agente di polizia.

Il bilancio dei morti

Un bilancio ancora provvisorio e destinato inesorabilmente ad aggravarsi quello dell’esplosione avvenuta questa mattina in una scuola coranica pakistana. Sono almeno 7 i bambini morti ed una 70ina le persone ferite, di cui 10 in maniera piuttosto grave.

I feriti sono stati tutti trasferiti al Lady Reading Hospital della città di Islamabad. Al momento l’attacco non sarebbe stato ancora rivendicato. Dell’attentatore ancora nessuna notizia, ma si tratterebbe di una persona conosciuta all’interno della madrasa.

Un altro attacco si è registrato questa mattina a Khost, in una città al confine con il Pakistan. Due agenti sono rimasti uccisi e almeno 23 persone sono rimaste ferite: tra loro 9 civili e 14 membri della sicurezza.

Un’autobomba si è lanciata contro una base della polizia. A seguito dell’attentato c’è stato uno scontro a fuoco. Gli agenti hanno ucciso almeno 4 degli aggressori. Come per l’attentato nella scuola, neppure questo è stato ancora rivendicato.

Nelle ultime settimane c’è stata un’escalation di violenza in Afghanistan, anche se proseguono i colloqui di pace tra
talebani e governo afghano.