Home Cronaca Paderno Dugnano, gravissimo il bimbo investito al parco: al conducente era stata...

Paderno Dugnano, gravissimo il bimbo investito al parco: al conducente era stata ritirata la patente

Il piccolo stava passeggiando con i genitori nel Parco Lago Nord, quando l’auto gli è piombata addosso.

incidente Paderno Dugnano
Foto da Tgr Rai

Trasferito in elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, le sue condizioni sono disperate.

L’incidente a Paderno Dugnano

Un tranquillo pomeriggio con la famiglia che si è presto trasformato in un incubo per un bimbo di 3 anni di Paderno Dugnano, provincia di Milano, ed i suoi genitori.

Il piccolo stava passeggiando con la mamma ed il papà nel Parco Lago Nord, quando un’auto proveniente dal parcheggio sovrastante gli piomba addosso.

L’auto prende in pieno il bambino, che perde conoscenza. Allertati immediatamente i soccorsi, il piccolo viene rianimato e trasferito in elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

Le sue condizioni, giudicate gravissime sin da subito, restano stazionarie. Il piccolo sta lottando tra la vita e la morte.

Leggi anche –> Morte Stefano Ansaldi, i familiari non credono al suicidio: il mistero di uno sconosciuto nello studio del medico

Patente ritirata all’automobilista

Mentre la vita del bambino resta appesa a un filo, proseguono le indagini per accertare quanto accaduto.

Alla guida dell’auto – una Ford Focus – che ha investito il bambino, c’era un pensionato di 72 anni.

L’uomo ha imboccato un sentiero di servizio, vietato alle auto, sfondando alcune barriere di metallo, finendo la sua folle corsa verso il piazzale su cui stava passeggiando la famiglia.

Secondo quanto riferisce Il Giorno, all’automobilista era stata ritirata la patente e sequestrata l’auto qualche tempo fa, quando aveva causato un altro incidente.

Se fosse confermata questa versione dei fatti, il 72enne non avrebbe potuto mettersi alla guida della vettura.

L’uomo è rimasto lievemente ferito ed è stato trasferito in codice giallo all’ospedale Niguarda di Milano.

Colpiti di striscio invece i genitori del bambino, che hanno rifiutato il trasferimento in ospedale.