Home News Orsi polari affamati in Russia, l’intero villaggio corre a dargli del cibo

Orsi polari affamati in Russia, l’intero villaggio corre a dargli del cibo

CONDIVIDI

Un branco di oltre 50 orsi polari affamati sono scesi in un villaggio russo e gli abitanti li hanno sfamati

Orsi polari
Orsi polari affamati in Russia – WWF

La caccia per un grosso branco di orsi polari è diventata impossibile, perché il ghiaccio che si forma sulla superficie marina è troppo sottile per sostenerne il peso.

Spinti dalla fame, un branco di oltre 50 orsi ha cercato rifugio e cibo in un piccolo villaggio russo. Gli abitanti, anziché scappare o ucciderli, si sono uniti per dar loro del cibo sfamandoli tutti.

Gli orsi polari affamati

Sicuramente date le condizioni climatiche, la sola spiegazione che possiamo darci è che questi 56 plantigradri siano andati nel villaggio chiamato Ryrkaypiy, nella regione autonoma della Chukotka. Gli abitanti dapprima intimoriti, vista la situazione climatica che impedisce la caccia agli orsi polari, si sono attrezzati hanno deciso d’aiutarli.

Alla periferia del villaggio hanno lasciato delle carcasse di trichechi in modo che potessero sfamarsi, senza essere infastiditi.

Come stanno reagendo gli orsi polari

Nel branco ovviamente ci sono animali di tutte le età, tutti molto sottopeso. Pare che si nutrano secondo gerarchie molto strette, infatti i maschi allontanano le femmine ed i cuccioli. In teoria questo comportamento non è abituale in questi branchi, ma è probabile che sia dovuto ai morsi della fame. A dirci ciò è una delle responsabili di un’organizzazione ambientalista locale Tatiana Minenko all’agenzia Ria Novosti.

I 56 orsi sono equamente distribuiti, sia adulti che cuccioli di età diversa. Solitamente questo branco è stanziato a Cape Schmidt, a soli due chilometri circa dal villaggio di Ryrkaypiy. Mickail Stishov del WWF ha detto che

“Se il ghiaccio fosse stato abbastanza solido gli orsi, o almeno alcuni di loro, sarebbero già scesi in acqua, per cacciare le foche o la lepre marina (mollusco marino)”

Si pensa che a partire dall’11 dicembre le temperature dovrebbero calare. A dare questa notizia sono i servizi meteorologici, interpellati da Ria Novosti:  finalmente si potrà avere uno strato di ghiaccio abbastanza solido da poter permette agli orsi di spingersi alla caccia in maniera autonoma.