Home Cronaca Uccide la moglie malata Alzheimer strangolandola: “Non sopportava più la sua malattia”

Uccide la moglie malata Alzheimer strangolandola: “Non sopportava più la sua malattia”

CONDIVIDI

All’alba l’aggressione violenta e gli inutili tentativi di rianimare la vittima.

Un dramma i cui protagonisti sono una coppia anziana: una moglie affetta da Alzheimer e un marito che l’assiste, ogni giorno, fino alle prime luci di questa mattina.

La tragedia

Questa mattina Sesto San Giovanni si è svegliata tra le sirene spiegate dell’autoambulanza arrivata a via Risorgimento per soccorrere una persona aggredita alla gola.

Una donna novantenne era stata strangolata dal marito, pensionato di 88 anni. Purtroppo i tentativi di rianimazione sono stati vani ed è stata constatata la morte dell’anziana.

La donna era da tempo affetta dall’Alzheimer. Era il marito a occuparsi della moglie quotidianamente. Un compito costante di rado interrotto dalle volte in cui ad assolvere alle mansioni di accudimento era chiamata una badante.

In  seguito alla violenta aggressione, l’uomo ha telefonato alla figlia, che vive in Brianza, informandola dell’accaduto. È stata la figlia a chiamare il 118, che a sua volta ha contattato le forze dell’ordine.

Così sul luogo del delitto sono giunti repentinamente anche i Carabinieri della compagnia di Sesto.

Malessere e tensioni

Le indagini sono dirette dal maggiore Saverio Sica. Non vi sono misteri da scovare, la realtà dei fatti sembra essere quella evidente, seppur drammatica.

L’anziano è stato condotto in caserma dove è sottoposto a fermo.

Stando alla ricostruzione avvenuta in seguito all’interrogazione dell’uomo, tutto sarebbe degenerato in concomitanza con il precipitare delle condizioni di salute della donna, declino che si è accelerato negli ultimi giorni.

In ultimo la lite accesa di questa mattina finita con l’imprevedibile epilogo.

“estrema stanchezza e disperazione”

Queste le parole con cui i Carabinieri hanno descritto il contesto in cui ha luogo l’omicidio, secondo quanto riporta MilanoToday.

Sempre secondo quanto accertato dall’arma, il coniuge si sentiva impotente a fronte del compito che lo impegnava giorno e notte.

I vicini di casa affermano che l’uomo si allontanava di casa per fare le spesa e portare a spasso il cane. Non immaginavano che vi fossero tensioni tanto forti tra le mura di casa della coppia.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”