Home News Omicidio Sarah Scazzi, “Misseri potrà uscire perché..”: avvocato spiega cosa accadrà ora

Omicidio Sarah Scazzi, “Misseri potrà uscire perché..”: avvocato spiega cosa accadrà ora

CONDIVIDI

Vari sono gli scenari che si aprono per la liberazione di Michele Misseri, a quali benefici potrebbe accedere lo zio di Sarah Scazzi?

Omicidio Sarah Scazzi, perché Misseri potrà uscire dal carcere?
Sarah Scazzi- Michele MIisseri

Mentre attendono il ricorso alla Corte Europea per la sentenza sull’omicidio di Sarah Scazzi, Sabrina Misseri e Cosima Serrano restano in carcere dove cuciono mascherine.

Misseri fuori dal carcere: cosa potrà accadere ora? Parla l’avvocato

Lo aveva anticipato la figlia Valentina ed ora arriva la conferma: tra poco Michele Misseri potrebbe uscire dal carcere.
Ma perché ciò è possibile e soprattutto cosa potrebbe accadere in futuro?

Arriva la spiegazione del legale sui possibili scenari previsti per Michele Misseri colpevole di aver occultato il corpo della piccola Sarah Scazzi uccisa nell’agosto di dieci anni fa.

Per il suo assassinio sono state condannate zia e cugina ma anche lo zio Michele era coinvolto ed ha subito due condanne.
La prima nel 2013, confermata poi nel 2015 ed ancora nel 2017, ad 8 anni per l’occultamento del cadavere della nipotina.

Misseri aveva infatti gettato il corpo nudo e provo di vita della quindicenne in un pozzo in Contrada Mosca.
È su questa pena che ora potrebbe avvalersi dei benefici previsti dalla legge.

Ma di cosa si tratta? L’avvocato Daniele Bocciolini sulle pagine del settimanale Giallo, fa chiarezza.

Michele Misseri, 66 anni, ha scontato attualmente 3 anni e 6 mesi di reclusione dunque tra poco gli si apriranno una serie di alternative:

– Potrebbe usufruire della liberazione anticipata: per chi ha tenuto una “buona condotta” è prevista la possibilità di avere la pensa scontata di 45 giorni ogni sei mesi passati in carcere.

– Seconda opzione potrebbe essere la liberazione condizionale: chi ha scontato la metà della pena, può ottenere la libertà vigilata per il tempo rimanente (che deve essere meno di 5 anni).

Permessi premio: il detenuto, in questo caso Misseri potrebbe ottenere di trascorrere fuori dal carcere del tempo per coltivare interessi o rapporti famigliari.

– Ultima opzione riguarda la semilibertà: il detenuto che ha scontato metà condanna o un terzo nei reati più gravi può passare fuori dal carcere la giornata e rientrare solamente la notte.

“Zio Michele potrà uscire di prigione perché ha già scontato metà condanna”

È la conclusione di Daniele Bocciolini.

Cosima e Sabrina, che vita fanno in carcere?

La probabilità di una graduale libertà di Misseri ha sollevato numerose polemiche perché la morte di Sarah Scazzi ha sconvolto tutti diventando uno dei casi di cronaca più sentiti tanto da ispirare libri e serie tv.

La figlia di “zio Michè” Valentina aveva speso parole durissime verso il padre che lei considera l’unico vero assassino. Per Valentina la madre Cosima e la sorella Sabrina sarebbero infatti vittime di un colossale errore giudiziario.

Le due, condannate all’ergastolo, confidano nella decisione della Corte Europea dei Diritti dell’uomo. Nel frattempo:

“Lavorano, cuciono mascherine e stanno meglio”

Ha dichiarato Valentina a Giallo, ma quello che vorrebbe è che fossero riconosciute innocenti.