Home Casi Omicidio Luca Sacchi, le nuove ombre sulla fidanzata Anastasiya: ecco cosa è...

Omicidio Luca Sacchi, le nuove ombre sulla fidanzata Anastasiya: ecco cosa è emerso

CONDIVIDI

In attesa del doppio processo per l’omicidio di Luca Sacchi emergono nuove inquietanti ombre sulla fidanzata Anastasiya. Le anticipazioni di Quarto Grado.

Omicidio Luca Sacchi, ombre su Anastasiya
Anastasiya e Luca Sacchi

Il processo per l’omicidio del giovane Luca Sacchi sta per iniziare e le ombre che ruotano attorno alla figura della fidanzata Anastasiya continuano ad aumentare. Ecco le rivelazioni di Quarto Grado, anticipazioni.

La vicenda dell’omicidio di Luca Sacchi ha molti punti oscuri

Il caso del giovane personal trainer Luca Sacchi, ucciso a Roma il 23 ottobre scorso infiamma ancora le pagine dei giornali e le trasmissioni tv.

La vicenda si arricchisce di particolari tristemente tragici giorno dopo giorno svelando uno scenario molto più complesso di come appariva inizialmente.

La versione data dalla fidanzata Anastasiya Kylemnyk non ha mai convinto gli inquirenti. Secondo la ragazza infatti la morte di Luca per un colpo di pistola alla nuca sarebbe accaduta in conseguenza di una banale rapina mentre i due si trovavano insieme ad amici all’uscita da un locale.

Lo scenario attraverso le indagini ha invece scoperchiato un altro movente, ovvero una rapina durante una compravendita di una grande quantità di droga.

I rinviati a giudizio con accusa di omicidio sono Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, ed il complice Marcello De Propris che portò l’arma da fuoco.

Inoltre con l’accusa di coinvolgimento nella trattativa di compravendita della droga verranno processati anche Anastasiya, l’amico di Luca Giovanni Princi e il padre di De Propris.

La figura di Anastasiya, nuove ombre per la bionda fidanzata

Le ombre che ruotano attorno alla figura della bionda modella ucraina di 25 anni Anastasiya con cui Luca era fidanzato da anni riguardano ad esempio il famoso zainetto oggetto della “rapina”.

Gli inquirenti stanno indagando per capire come fosse possibile che al suo interno la giovane e Princi avessero messo ben 70mila euro, come emerso anche da un’intercettazione telefonica tra Del Grosso e Pirino.

Due gli appuntamenti per il processo: il 10 marzo per chi ha scelto il rito abbreviato, 31 marzo per il rito ordinario.

La figura di Anastasiya come rivela anche Il Sussidiario, risulta centrale poiché ci sono molti dubbi sul suo ruolo che ormai pare centrale, nella trattativa della partita di droga.

La giovane continua a negare il suo coinvolgimento ed è probabile che gli inquirenti vorranno chiarire la sua posizione una volta per tutte proprio durante l’udienza del 10 marzo.
Secondo le regole giudiziarie però il rito abbreviato non sarebbe concesso a chi rischia l’ergastolo.

Stasera a “Quarto Grado” si parlerà del caso di Luca Sacchi con approfondimenti sulla figura controversa e sempre più misteriosa di Anastasiya.