Home Casi Omicidio di Faenza, scatta la protezione per l’amica della figlia di Ilenia:...

Omicidio di Faenza, scatta la protezione per l’amica della figlia di Ilenia: è l’unica testimone

Nella morte di Ilenia Fabbri vi sono ancora molti punti oscuri, in casa con la vittima c’era l’amica della figlia, che ha visto tutto.

Nel frattempo indagato resta il marito con l’accusa di aver commissionato il delitto della ex moglie.

Ilenia Fabbri, protezione per la testimone

A smentire il suo coinvolgimento sono proprio la figlia di Ilenia e la nuova compagna di Nanni.

Delitto di Faenza: messa sotto protezione l’unica testimone

Dal 6 febbraio scorso le domande che ruotano attorno al drammatico omicidio di Faenza sono molte ma la principale è: chi poteva voler morta la commessa amata e stimata da tutta la comunità?

Il delitto si è consumato nella villetta che la donna occupava assieme alla figlia ventenne Arianna. Quella tragica mattina la figlia era uscita intorno alle 5.57 e solo una manciata di minuti dopo, attorno alle 6.06 la ragazza ha ricevuto una telefonata.

Era l’amica rimasta a dormire nella villetta, che terrorizzata le riferiva di aver sentito “trambusto e grida” e di essersi barricata in cameretta.

Sarà proprio lei a fornire agli inquirenti la descrizione dell’uomo che avrebbe assalito la povera Ilenia prima in camera per poi finirla nel seminterrato con un profondo taglio alla gola.

A quanto si apprende da La Repubblica, ora gli inquirenti hanno deciso di mettere sotto programma di protezione proprio la giovane compagna di Arianna Nanni.

A decidere il provvedimento è stata la Prefettura di Ravenna ed a farne richiesta è stato proprio Daniele Barberini, procuratore capo.

La misura è stata ritenuta necessaria poiché la ragazza è l’unica testimone dell’omicidio è potrebbe fornire ulteriori elementi utili all’indagine.

Morte di Ilenia Fabbri: funerale ed ultime notizie sulle indagini

Per la morte della 46enne dai profondi occhi blu e dal sorriso radioso è indagato il marito Claudio Nanni. L’uomo è accusato di omicidio in concorso con l’assassino.

Il 53enne avrebbe commissionato l’assassinio per evitare di dare alla donna una ingente somma, per la quale erano in causa: avrebbero avuto una causa a breve.

La figlia di Nanni si dice sicura che il padre non sia coinvolto nell’omicidio:

“Anche io voglio sapere chi ha ucciso mia madre ma non è stato mio padre”

Anche la nuova compagna del 53enne rigetta le accuse all’uomo, come riporta Il Corriere di Bologna, durante un interrogatorio tenutosi nella giornata di ieri in Questura.

Le indagini proseguono però in quella direzione, scandagliando la vita dell’ex marito. Di recente sono emerse le registrazioni delle telefonate avvenute durante l’omicidio ed alcune agghiaccianti dichiarazioni fatte da Nanni stesso.

Al funerale della povera Ilenia, tenutosi nelle scorse ore, la commozione è stata grande come grande la partecipazione di parenti, amici e semplici conoscenti che hanno conosciuto la 46enne che stava cercando di tornare a vivere serena dopo la separazione burrascosa.

Il nuovo compagno, Stefano, ha svelato che i due avevano intenzione di sposarsi ed usavano già le fedi come simbolo della loro forte unione.

Nelle prossime giornate si attendono ulteriori aggiornamenti sulle indagini intorno alla morte della povera Ilenia Fabbri.