Home Casi Uccise l’ex e ferì gravemente la figlia di lei: Nicola Cirillo condannato...

Uccise l’ex e ferì gravemente la figlia di lei: Nicola Cirillo condannato a 30 anni

CONDIVIDI

La vittima, Cristina Messina, fu uccisa a colpi di pistola. Giusy invece fu ferita alla schiena e costretta da allora su una sedia a rotelle.

omicidio cristina messina condannato Nicola Cirillo

La gelosia dell’omicida è stata considerata un’aggravante nella sentenza di condanna.

La storia di Cristina Messina e di Nicola Cirillo

Era il 10 giugno scorso, quando Nicola Cirillo, netturbino in pensione, uccise la sua ex compagna Cristina Messina e ferì in modo grave la figlia di lei, Giusy, 28 anni.

L’omicida, pistola in pugno, colpì la donna con diversi colpi di pistola e ferì la ragazza alla schiena.

Cristina Messina morì sul colpo, per Giusy invece i due colpi esplosi alla schiena si sono rivelati particolarmente gravi e l’hanno costretta per sempre su una sedia a rotelle.

Per la 28enne, infatti, non esistono più speranze che torni a camminare.

“MA CHI SI CREDEVA DI ESSERE? UNA PERSONA LIBERA? ME NE HA COMBINATE DI OGNI: AVEVA LA MACCHINA, USCIVA. ERA UN OLTRAGGIO”

aveva spiegato l’uomo, subito dopo il delitto.

La sentenza di condanna

All’inizio del mese di dicembre, il pm Paolo Toso aveva chiesto una condanna a 30 anni di carcere per Nicola Cirillo.

Sentenza che oggi è stata confermata, come riferisce anche La Repubblica.

“Qui si è in presenza dell’altro volto della gelosia, quello cattivo, possessivo e dominante, quello che offende la dignità della donna, che agli occhi dell’uomo pecca di insubordinazione”

ha spiegato il pm, durante la lettura della sentenza.

La gelosia di Nicola Cirillo nei confronti della sua ex compagna è stata quindi considerata un’aggravante. 

Dopo l’omicidio, l’uomo si era dato alla fuga, per poi presentarsi qualche ora dopo alla caserma di Pinerolo, dove confessò il delitto, senza mai mostrare alcun segno di pentimento.

La giudice ha quindi condannato Nicola Cirillo a 42 anni, ridotti per legge a 30, oltre a dover pagare una provvisionale di quasi un milione e mezzo di euro.

I 5 figli di Cristina Messina si sono costituiti parte civile nel processo.