Home Casi Omicidio Ana Maria, polemica per le parole del padre dell’assassino a Mattino...

Omicidio Ana Maria, polemica per le parole del padre dell’assassino a Mattino Cinque

CONDIVIDI

Dopo il funerale per l’omicidio di Ana Maria, oggi a Mattino Cinque è stato intervistato il padre di Antonio Borgia e la madre della vittima: ma qualcosa ha innescato la polemica

Omicidio Ana Maria
Omicidio Ana Maria

L’omicidio di Ana Maria si considera duplice, considerando che la stessa fosse incinta di quattro mesi e aspettasse un maschio. Ora i familiari dell’aggressore dicono la loro in merito a quanto accaduto.

Le struggenti parole della mamma della vittima

A Mattino Cinque questa mattina sono intervenuti i familiari della vittima e anche dell’aggressore, ognuno con il proprio pensiero e il ricordo nel dolore della giovane ragazza.

Ricordando che la ragazza di 30 anni è stata uccisa con coltellate da Antonio Borgia – reo confesso – e da alcune bastonate, per poi l’ultimo colpo alla gola che le ha provocato il decesso. La ragazza era incinta di quattro mesi e, secondo la testimonianza del suo aggressore, era pronta per dire tutto alla moglie di Borgia.

La mamma di Ana è distrutta dal dolore e non intende perdonare un gesto così violento:

“mia figlia è morta in modo atroce, indescrivibile il dolore che sto provando. adesso devo pensare a mio nipote, il mio unico scopo è crescerlo nel miglior modo possibile”

Il pensiero del padre di Antonio Borgia

Dopo le parole della moglie dell’aggressore, a Mattino Cinque Federica Panicucci ha invitato in collegamento il padre di Antonio Borgia per conoscere il suo pensiero in merito al gesto folle del figlio:

“un gesto inaccettabile, due famiglie distrutte”

Il padre chiede scusa ai familiari della vittima e spiega cosa sia accaduto nell’ultimo periodo:

“l’ho cresciuto io, lo avevo anche consigliato…di sicuro di non fare una cosa del genere. però le donne, che chiedono giustamente la parità, a volte si permettono di dire cose che mandano gli uomini fuori di testa. questo è quello che è accaduto a mio figlio”