Home News Omegna, una famiglia dona centinaia di quadri al Comune

Omegna, una famiglia dona centinaia di quadri al Comune

CONDIVIDI

Si aggiungeranno al patrimonio artistico di Omegna diversi quadri che vanno dal 1600 al 1900.

Omegna
La Villa sarà adibita a museo di opere d’arte (foto di Vco 24).

Ad Omegna sarà restaurata la Villa Liberty posta all’interno del parco Maulini. Il progetto prevede la nascita di una pinacoteca. Il neonato museo di quadri, inoltre, si sarebbe appena arricchito di diverse opere d’arte.

Sono più di cento le opere d’arte donate a Villa Liberty

La villa di Omegna, infatti, ha ricevuto in dono dalla coppia Lagostina-Zanasi diverse opere d’arte raccolte negli anni. I quadri gentilmente regalati dalla famiglia sarebbero oltre cento. La raccolta dei due coniugi, inoltre, ha al suo interno opere risalenti dal 1600 al 1900.

Il gesto della famiglia mostra un chiaro attaccamento alla citta di Omegna. A rafforzare questo concetto anche il contributo dato dagli stessi per la ristrutturazione del museo. Ad occuparsi di Villa Liberty, infine, sarà anche l’Associazione “ I Lamberti”, realtà culturale della città piemontese.

Il progetto dietro la pinacoteca risulta essere estremamente ambizioso, esso, infatti, mira a far diventare la villa il cuore pulsante della città nonché luogo di ritrovo per dialogare sul vasto mondo dell’arte.

Verrà indetto un concorso di idee sul nome da dare al museo

Il Comune però non ha voluto tagliare fuori i cittadini i quali saranno coinvolti attivamente nel progetto. Saranno quest’ultimi, in base ad una successiva scelta della giuria, a dare il nome al museo che darà nuova vita culturale alla città.

Sentiti i ringraziamenti del sindaco della città Paolo Marchioni e dall’assessore alla Cultura Sara Rubinelli i quali hanno sottolineato con affetto il gesto della famiglia Lagostina-Zanasi.

Un intervento che si auspica importante e rivolto a far risplendere ancora una volta Omegna come polo culturale. Infine, bisogna sottolineare come già da anni l’amministrazione della città del Piemonte abbia provato a riportare in auge Villa Liberty, rimasta troppo tempo in disparte.