Home News Olimpiadi 2021, a rischio anche l’edizione del prossimo anno: cancellate se continua...

Olimpiadi 2021, a rischio anche l’edizione del prossimo anno: cancellate se continua la pandemia

CONDIVIDI

Le Olimpiadi 2021 sarebbero a rischio se la pandemia del coronavirus dovesse continuare. Il presidente del Comitato organizzatore fa sapere che non sarebbe possibile un ulteriore rinvio.

olimpiadi 2021

Olimpiadi 2021 di nuovo a rischio: l’emergenza coronavirus potrebbe fermare anche l’edizione del prossimo anno.

Coronavirus nel mondo

Oltre 3 milioni di contagi da coronavirus nel mondo. Come riporta anche Il Messaggero, sono 211mila i morti registrati a causa della pandemia.

I dati aggiornati parlano di 3.041.550 e 211.159 decessi. Soltanto negli Stati Uniti d’America si sono registrati 56.245 morti. Si calcola che nella guerra in Vietnam, dal ’55 al ’75, morirono 58.220 americani, di ci poco più di 47mila caddero in guerra.

Il secondo Paese più colpito, dopo gli Stati Uniti, è la Spagna con 229.422 casi e oltre 23mila morti.

In Cina si sono registrati 6 nuovi casi di coronavirus e nessun decesso. Il totale delle persone contagiate è salito a 82.836, mentre il bilancio dei morti è di 4.633.

In Italia i morti sono 26.644, mentre in Francia sono 22.856.

Olimpiadi 2021 a rischio

Le Olimpiadi 2021 sarebbero a rischio: se la pandemia del coronavirus dovesse continuare, rischia di saltare anche l’edizione del prossimo anno. 

“Se la pandemia non sarà sotto controllo nel 2021, i Giochi olimpici saranno annullati”.

Ad annunciarlo il presidente del comitato organizzatore delle Olimpiadi a Tokyo, Yoshiro Mori.

Intanto l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l’allarme, sottolinenando che siamo ben lontani dalla fine della pandemia.

Secondo il Washington Post, il presidente americano Donald Trump sapeva della gravità dell’epidemia già dallo scorso mese di gennaio.

Il leader statunitense avrebbe però continuato a minimizzare la minaccia della pandemia.

Il giornale ha citato funzionari americani ed ex dirigenti ed ha evidenziato i numerosi avvertimenti pubblicati nel rapporto giornaliero per il presidente, meglio noto come ‘Pdb’, President’s Daily Brief.