Home News Nuova Zelanda, referendum eutanasia: più del 60% dei cittadini ha votato Sì

Nuova Zelanda, referendum eutanasia: più del 60% dei cittadini ha votato Sì

CONDIVIDI

La maggioranza dei neozelandesi si è espressa su due referendum il giorno delle elezioni presidenziali: eutanasia e cannabis. I risultati fin’ora.

referendum eutanasia nuova zelanda

Il popolo neozelandese si è espresso in merito all’eutanasia: più del 60% della popolazione ha votato a favore.

La maggioranza dei cittadini ha invece votato contro la legalizzazione della cannabis a scopo ricreativo, manca ancora il 20% dei voti per il verdetto finale.

Referendum Eutanasia approvato

Il 17 ottobre 2020 la Nuova Zelanda si espressa alle votazioni presidenziali che hanno riconfermato Jacinda Ardern, presidente uscente, per il successivo mandato.

Sempre il medesimo giorno, si legge su TGCOM24, i cittadini hanno anche votato per 2 diversi referendum: cannabis e eutanasia.

Il primo referendum era sull’eutanasia: legalizzarla per i malati terminali era già da un anno nel pensiero del governo. Alle urne sono venuti quasi 2 milioni e mezzo di cittadini per esprimere il proprio voto: i primi risultati hanno rimarcato quanto siano a favore della legalizzazione dell’eutanasia e contro la legalizzazione della cannabis.

Il 6 novembre 2020 verranno pubblicati i risultati ufficiali della votazione dei due referendum ma i primi dati riportati dalla CNN confermano che la maggioranza della popolazione è decisamente a favore della legalizzazione del suicidio assistito.

Il 65,2% dei cittadini è favorevole alla legalizzazione dell’eutanasia per i malati terminali. Mancano ancora i voti del 20% dei cittadini ma dai numeri preliminari sembra proprio che anche in questo paese, a breve, l’eutanasia sarà legalizzata.

Il disegno di legge chiamato End of Life Choice Act 2019 aveva ricevuto già 69 voti a favore e 51 contrari in Parlamento esattamente un anno fa, ora sembra che il referendum confermi l’attuazione del suicidio assistito nel 2021.

Dettagli della legge sul suicidio assistito

Grazie a questa legge una persona maggiorenne affetta da una patologia incurabile (previsione di morte in 6 mesi) e dolori insopportabili potrà richiedere l’eutanasia.

La richiesta del paziente che vuole morire di suicidio assistito dovrà essere appoggiata obbligatoriamente da 3 medici: psichiatra, medico personale e medico indipendente.

Da novembre 2021 di questo passo l’eutanasia sarà legale in Nuova Zelanda.

Votazioni contro Cannabis per uso ricreativo

Il secondo referendum era invece per la legalizzazione della marijuana per scopi ricreativi.

Poco più della metà dei cittadini neozelandesi si sono espressi ad ora e la maggioranza ha votato contro. Si attendono ancora i voti speciali cioè delle persone che risiedono all’estero, nelle carceri e negli ospedali.