Home News Nuova Zelanda, Nanaia Mahuta è il primo Ministro degli Esteri donna di...

Nuova Zelanda, Nanaia Mahuta è il primo Ministro degli Esteri donna di origini Maori

CONDIVIDI

Nanaia Mahuta è il nuovo Ministro degli Esteri Maori in Nuova Zelanda: la prima donna indigena Maori a capo di un Ministero.

Nanaia Mahuta ministro degli esteri Maori

L’incarico di Ministro degli Esteri della Nuova Zelanda è stato assegnato a Nanaia Mahuta, una donna di origini Maori: una novità per il paese.

Prima donna Maori come Ministro

La prima donna Maori a capo di un Ministero è Nanaia Mahuta, nominata dal Primo Ministro Jacinda Ardern.

Secondo le parole della Ardern, si legge su SkyTG24, tutte le persone da lei nominate, inclusa Nanaia Mahuta, si sono distinte per merito e daranno senz’altro un valido contributo al governo:

Rappresentano la Nuova Zelanda che li ha votati.

Jacinda Ardern in una conferenza a Wellington descrive il  nuovo Ministro degli Esteri come una donna con molta esperienza e capace di stringere relazioni fantastiche in modo rapido, elemento chiave in ambito di relazioni estere.

Mahuta è infatti stata precedentemente ministro dello sviluppo Maori e del governo locale, carica che manterrà in parallelo con la sua nuova nomina a Ministro degli Esteri della Nuova Zelanda.

Nanaia Mahuta, nipote di una regina

Oltre alla buona notizia dei pochissimi contagi giornalieri da covid-19, prossimi allo zero, nel paese c’è la novità del nuovo ministro degli esteri: una donna Maori.

La politica neozelandese Nanaia Mahuta è nata a Aukland nel 1970. Già dal 1996 è diventata parte del corpo parlamentare

Mahuta è nipote di una defunta regina Maori, Te Arikinui Te Atairangi Kaahu, e ha anche una parentela molto stretta con l’attuale monarca Kingi Tuheitia. Il Ministro degli Esteri prima di Nanania era Maori come lei ma era un uomo, Winston Peters.

Non appena divenne ministro dello sviluppo locale la Mahuta si è subito fatta notare per essere la prima parlamentare a venire in aula con moko kauae. Il Moko Kauae il tradizionale tatuaggio Maori sul mento. Si realizza un tale disegno solo durante una solenne cerimonia ed è simbolo di status, antenati e storia della persona che lo porta.
Si legge su IlCorrieredellaSera.it che il giornalista di Māori Television Rukuwai Tipene-Allen ha riferito con orgoglio alla CNN parole su Mahuta. Il volto della Nuova Zelanda è indigeno, è Maori. Il fatto che il nuovo ministro degli esteri indossi con orgoglio il moko kauae è molto incoraggiante: significa che la cultura ha guadagnato un posto in prima fila nell’ambiente internazionale.