Home Cronaca Dramma nel casertano, neonato trovato morto nella culla: il grido di dolore...

Dramma nel casertano, neonato trovato morto nella culla: il grido di dolore della madre

CONDIVIDI

La tragedia si è verificata nella mattinata di giovedì a Santa Maria Capua Vetere. Per il piccolo non c’è stato nulla da fare.

neonata morto Caserta

Per far luce sulle cause della morte, si attende ora l’esame autoptico.

Neonato trovato morto nella culla

Una tragedia ancora tutta da chiarire quella che, nella mattinata di giovedì, ha colpito una famiglia di Santa Maria Capua Vetere, nel casertano.

Intorno alle 10 le urla di dolore di una madre hanno squarciato il silenzio di una mattina come tante.

Quando i soccorsi sono giunti nell’appartamento sito in via Luigi Sturzo, per il piccolo Andrea, 4 mesi, non c’era ormai più nulla da fare.

Il bambino aveva fatto l’ultima poppata alle 6 del mattino, dopodiché la mamma lo aveva rimesso nella culla.

Qualche ora dopo, la drammatica scoperta: il piccolo non respirava più.

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e gli agenti del locale commissariato, per far luce sulla vicenda.

Il medico legale ha disposto l’esame autoptico sul corpo del bambino.

Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte del piccolo Andrea, anche se l’ipotesi più plausibile sembra essere quella di un soffocamento, una morte in culla, come viene solitamente definita.

Cos’è la morte in culla?

La SIDS (dall’inglese Sudden Infant Death Syndrome) meglio nota come morte in culla è la morte improvvisa di un bambino al di sotto dell’anno di età.

Le statistiche confermano come questo triste fenomeno sia più frequente tra uno e cinque mesi di età.

Non sono ancora note le cause della morte in culla, ma sono certi i fattori ambientali che aumentano il rischio per i lattanti:

  • Dormire prono anziché sulla schiena;
  • Dormire con i genitori o con i fratellini;
  • Il fumo della madre in gravidanza;
  • Dormire sotto troppe coperte;
  • Nascita prematura o basso peso alla nascita;
  • Presenza di infezioni respiratorie.