Home Cronaca Neonato abbandonato nell’immondizia a Ragusa: le condizioni del bambino

Neonato abbandonato nell’immondizia a Ragusa: le condizioni del bambino

CONDIVIDI

Lasciato come spazzatura in un sacchetto vicino a un cassonetto in via Saragat a Ragusa, il neonato è stato trovato da un passante.

Lasciato come spazzatura in un sacchetto vicino a un cassonetto in via Saragat a Ragusa, il neonato trovato da un passante.

Il cucciolo d’uomo nel cassonetto

Sta bene il neonato lasciato tra i rifiuti a Ragusa, unico conforto la coperta che lo avvolgeva, mentre la sua culla è stata un sacchetto.

Nonostante tutto abbia remato contro la sua vita, il bimbo sta bene, dopo essere stato portato in ospedale, i medici hanno potuto constatare che il suo stato di salute è buono.

Tuttavia hanno voluto comunque ricoverarlo in Terapia intensiva prenatale.

Il piccolo deve la vita ad un commerciante di via Saragat, che ancora toccato dalla scoperta, parla con gli occhi lucidi. E racconta come, dopo aver visto un sacchetto della spazzatura, si fosse avvicinato per gettarlo nei bidoni posti lì vicino.

La salvezza per il neonato che non sarebbe sopravvissuto ai rigori della stagione. Attirato dai lamenti che provenivano dal negozio vicino al cassonetto, essendo buio, l’uomo metteva in funzione il cellulare.

Ed ecco l’assurda scoperta, lì, posto in strada, nella busta un neonato, con ancora il cordone ombelicale attaccato, l’ultimo residuo di una maternità rifiutata.

Il racconto dell’uomo che lo ha salvato

L’uomo nel raccontare come riporta Rai News fa fatica a trattenere le lacrime, ma la sua è stata una dura prova.
Il bimbo, un maschietto, era stato appena partorito, la copertina ancora piena del sangue delle sua nascita. Immagini difficili da dimenticare, l’uomo ne è consapevole. Infatti ha confessato:

“ Non scorderò per tutta la vita. Si sta male, mi creda”.

Ora che ha saputo che il bimbo sta bene, l’uomo ha avuto un pensiero per la donna. Un pensiero nonostante tutto buono anche per lei. Forse costretta a lasciarlo li, nella speranza di un passante pietoso anche nei confronti del lamento di un animale. Per fortuna del bimbo è arrivato.