Home Cronaca Napoli, finge lavori di ristrutturazione e fa sparire i soldi: arrestato amministratore...

Napoli, finge lavori di ristrutturazione e fa sparire i soldi: arrestato amministratore di condominio

CONDIVIDI

Arrestato un amministratore di condominio a Napoli. L’uomo aveva chiesto soldi ai condomini per la realizzazione di alcuni lavori all’interno dello stabile in cui vivono. napoli

Matteo Vozzella amministrava un condominio a Fuorigrotta, in provincia di Napoli. L’ammanco sarebbe di circa 68mila euro.

Blitz della Guardia di Finanza

La Sezione di Polizia Giudiziaria Aliquota Guardia di Finanza ha eseguito una misura cautelare. Come riferisce anche Il Messaggero, i reati contestati sono di appropriazione indebita nei confronti di un amministratore di condominio.

Matteo Vozzella, 63 anni, amministrava un condominio a Fuorigrotta, in provincia di Napoli. Le indagini sono partite a seguito di una denuncia presentata dai condomini dell’edificio. A guidarle gli uomini della Guardia di Finanza.

Gli accertamenti, conseguiti anche a dei controlli bancari, hanno permesso di appurare che, nel tempo, attraverso una società gestita dallo stesso Vozzella, la E.D.P. s.a.s., l’uomo si sarebbe appropriato di circa 68mila euro.

Truffa ai condomini

La somma di denaro era stata regolarmente versata da tutti i residenti del condominio, per la realizzazione di lavori edili di ristrutturazione del palazzo, di cui si sarebbe occupata una società romana. Per fronteggiare le spese, la società aveva sottoscritto un contratto di finanziamento con un Istituto Bancario, con cui era stato aperto un conto corrente.

La distrazione dei fondi versati dagli ignari condomini è venuta alla luce nel momento in cui la Banca ha trasferito la pratica al settore Recupero Crediti stante la inadempienza della E.D.P. sas.

Nonostante l’evidenza dei suoi illeciti comportamenti, Vozzella ha sempre tenuto un atteggiamento non collaborativo nei confronti del condominio negando, a tutt’oggi, anche la restituzione dei documenti contabili-amministrativi. Disposta perquisizione della sua abitazione e della società al fine di rinvenire il denaro di cui si sarebbe appropriato durante il suo mandato.