Home Cronaca Napoli, agguato nella notte: ucciso un 28enne. Il corpo abbandonato davanti all’ospedale

Napoli, agguato nella notte: ucciso un 28enne. Il corpo abbandonato davanti all’ospedale

CONDIVIDI

Nuovo fatto di sangue nella notte a Napoli. Un giovane di 28 anni è stato ucciso a colpi di pistola.

agguato napoli ucciso 28enne

Il corpo della vittima è stato poi abbandonato davanti all’ospedale Cardarelli del capoluogo partenopeo.

Agguato a Napoli

Si continua a sparare per le strade di Napoli. Un giovane di 28 anni è stato ucciso nella notte, dopo essere stato colpito da diversi colpi di pistola.

Come riferisce anche Tgcom24, il corpo del 28enne, Alessandro Riso, è stato abbandonato davanti all’ospedale Cardarelli di Napoli. L’agguato è avvenuto a Miano, periferia nord della città.

La vittima sarebbe ritenuta un affiliato del clan Cifrone, legato al noto clan Lo Russo. L’omicidio è avvenuto in contemporanea ad una stesa nel quartiere Miano.

Una banda di malviventi ha esploso diversi colpi di pistola contro un’attività commerciale, legata proprio al clan. Non è chiaro se il 28enne sia stato colpito da una pallottola vagante, o se fosse l’obiettivo dei killer.

Di certo è che alle 23 di mercoledì è stato abbandonato in fin di vita davanti al nosocomio napoletano ed i medici non hanno potuto fare nulla per salvarlo.

L’agguato nel 2017

Nel 2017 il pluripregiudicato morto questa notte era rimasto vittima di un altro attentato, dal quale era riuscito miracolosamente a salvarsi.

In quell’occasione era stato colpito da una raffica di fendenti, così violenti da spappolargli la milza. Ricoverato in condizioni disperate all’ospedale Cardarelli, riuscì a salvarsi.

Riso, che aveva già scontato 8 anni di carcere per rapina e sequestro di persona, non denunciò mai gli autori dell’agguato, raccontando di essere rimasto vittima di un terribile incidente.

Questa notte l’allarme per gli spari in via Vittorio Veneto è scattato una 15ina di minuti prima che il corpo di Riso fosse abbandonato davanti all’ospedale.

Gli agenti della Squadra Mobile stanno cercando di capire se ci sia un collegamento tra l’omicidio e l’esplosione dei colpi di pistola.