Home News Mose Venezia: cos’è e come funziona l’opera che protegge la città dall’acqua...

Mose Venezia: cos’è e come funziona l’opera che protegge la città dall’acqua alta

CONDIVIDI

Il maltempo che sta imperversando in queste ore a Venezia ha reso necessario l’innalzamento del Mose.

mose cos'è come funziona

Vediamo nel dettaglio cos’è questa struttura che ha come obiettivo quello di proteggere la città dall’acqua alta.

Maltempo a Venezia: debutta il Mose

Questa mattina, per la prima volta, si sono alzate le barriere del Mose per proteggere Venezia dall’acqua alta. Sulla città sono caduti 130 centimetri di pioggia.

L’innalzamento delle paratoie, come riferisce anche Tgcom24, è iniziato alle 8:35 ed è terminato alle 9:52.

La struttura, la cui costruzione è iniziata nel 2003, ha perfettamente funzionato. Mentre sulla città pioveva a dirotto, le barriere hanno protetto Piazza San Marco dall’acqua.

“Il test è andato bene”

ha annunciato il provveditore alle opere pubbliche, Cinzia Zincone. Soddisfatto anche il primo cittadino, Luigi Brugnaro.

Cos’è il Mose e come funziona?

Nato per proteggere la città dall’acqua alta, il Mose è costituito da 78 dighe mobili.

Le dighe sono sistemate, a loro volta, sulle tre bocche di porto, una a Chioggia, una a Malamocco e l’altra al Lido. La funzione di questa struttura, come già annunciato, è quella di isolare la città dal mare, impedendo che si allaghi durante i picchi di pioggia, come quelli caduti su Venezia questa mattina.

Il progetto del Mose, partito nel 2003, ha subito innumerevoli stop e ritardi negli anni. Al termine dello scorso anno, durante un’operazione di collaudo, in una delle dighe si registrarono vibrazioni pericolose e la messa in azione fu rimandata.

Nel 2014 si registrò un nuovo rallentamento, dopo l’avvio delle indagini per corruzione. Quelle stesse indagini portarono all’arresto dell’ex presidente della Regione Veneto, Giancarlo Galan.

Dopo quell’ennesimo rallentamento, il progetto del Mose venne affidato al Consorzio Venezia Nuova, un sistema di imprese e cooperative.

Questa mattina le enormi dighe, programmate per resistere a maree fino a 3 metri, hanno fatto il loro debutto.