Home Casi Morte Sabrina Beccalli, nell’auto solo ossa umane: incredibile svolta

Morte Sabrina Beccalli, nell’auto solo ossa umane: incredibile svolta

CONDIVIDI

La conferma si è avuta solo poco fa nell’auto di Sabrina Beccalli ci sarebbero ossa umane non di cane. Ecco cosa è emerso.

Sabrina Beccalli, trovate solo ossa umane in auto

La svolta nell’indagine per la scomparsa di Sabrina Beccalli, scomparsa da Crema a Ferragosto. Le ultime incredibili conferme dei Ris confermano la versione di Pasini?

La versione dell’unico indagato per l’omicidio di Sabrina Beccalli

In carcere con l’accusa di aver ucciso e fatto sparire il corpo della povera Sabrina Beccalli, la mamma di Crema scomparsa lo scorso 15 d’agosto.
Un filmato, oltre a varie testimonianze avrebbero inchiodato il 45enne Alessandro Pasini, spacciatore ed amico della 39enne.

I due sarebbero stati visti insieme come altre volte e la serata sarebbe terminata a casa della ex di Pasini di cui l’uomo aveva le chiavi.
La Beccalli avrebbe coltivato l’amicizia con Pasini per consumare della droga ma qualcosa sarebbe andato storto.

La versione di Pasini, reo confesso riguardo alla distruzione di cadavere, non convince gli inquirenti.
L’uomo sostiene che a fine serata avrebbe tentato un approccio sessuale rifiutato dalla donna e che poi si sarebbe addormentato.

Al risveglio Sabrina era morta in bagno, a causa di un’overdose. A quel punto, nel racconto dell’uomo, lui l’avrebbe caricata in auto e portata nel luogo dove poi ha dato fuoco al veicolo.

Conferma dei Ris: in auto solo ossa umane?

Gli inquirenti non credono ad una morte accidentale della donna poiché sul pianerottolo e nel bagno sono state ritrovate numerose tracce di sangue.
Per la Procura ad uccidere la 39enne sarebbe stato proprio Pasini.

Il corpo di Sabrina però non si trova ancora e come ribadito anche dal settimanale Giallo il procuratore di Cremona, Roberto Pellicano, ha dato mandato per nuovi esami.
Tali analisi sono state affidate a Cristina Cattaneo, il medico legale che si occupò già tempo fa del caso di Yara Gambirasio.

L’esame della Cattaneo verteva sui resti trovati nella Fiat Panda della Beccalli per confermare che invece di ossa di cane vi fossero resti umani.

La conferma è arrivata solo poche ore fa:

“Sono tutti resti umani “

Ha confermato Luciano Garofano ex generale dei Ris di Parma come riporta Quarto Grado nella pagina Facebook ufficiale in collegamento con l’Istituto di Medicina Legale di Milano.

La notizia apre ad uno scenario diverso da quanto ipotizzato inizialmente? Per sapere se quelle ossa appartengono a Sabrina si dovrà attendere i risultati del Dna ed i prossimi passi dell’indagine.
Lunedì prossimo, 14 settembre ad esempio la Procura ha previsto un nuovo sopralluogo nell’auto di Sabrina.