Home News Montreal, Ubisoft: dipendenti in ostaggio da terroristi. Era tutto falso

Montreal, Ubisoft: dipendenti in ostaggio da terroristi. Era tutto falso

CONDIVIDI

Il Canada era in allarme per un presunto attacco terroristico alla Ubisoft: sviluppatori in ostaggio, autorità smobilitate. Era tutto una bufala.

Ubisoft falso attacco terroristico

La Ubisoft di Montreal aveva lanciato un preoccupante allarme per un attacco terroristico in atto.

Alcuni sviluppatori tenuti in ostaggio nello stabile da terroristi, altri dipendenti fuori in strada e le forze dell’ordine spiegate per contenere l’attacco. Si è scoperto poi essere tutto una grande bugia, una bufala.

Montreal, allarme terroristico

Fino poche ore fa Ubisoft Montreal sembrava essere sotto scacco da parte di terroristi che tenevano in ostaggio alcuni sviluppatori all’interno dell’edificio canadese. I terroristi sarebbero entrati negli uffici del publisher lasciando che alcuni dipendi uscissero e trattenendone altri.

Si sono smobilitate molte unità della polizia per contenere l’attacco ed evitare il peggio ma, a quanto pare, è stato inutile poiché l’attacco stesso era una farsa.

La sede della Ubisoft si trova all’angolo tra Saint-Laurent e St Viateur e le autorità avevano espressamente vietato la circolazione pubblica nei dintorni dello stabile.

Si era aggiunta anche una squadra SWAT all’operazione, un’ambulanza in caso ci fossero stati feriti e perfino un elicottero che pattugliasse dall’alto l’intera zona. Si legge su Multiplayer.it che tutto era pronto per sventare l’attacco nel massimo della sicurezza.

Le autorità sono state illuse da alcuni dipendenti della compagnia stessa che hanno dato conferma dell’attacco terroristico in atto. Alcuni membri del team erano appostati fuori dall’edificio mentre molti altri si trovavano all’interno asserragliati.

Attacco svelatosi una bufala

Si è tutto rivelato una grande bufala, una farsa, uno scherzo decisamente di pessimo gusto visto gli ultimi attentati accaduti in Europa.

La polizia stessa ha capito che era tutta una farsa appena ha fatto irruzione nello stabile della Ubisoft, società di videogiochi, notando che non vi era alcun pericolo.

Non c’era alcuna minaccia ma la polizia ha comunque evacuato l’intero edificio. L’agenzia Qmi è stata la prima ad aver dato la notizia al pubblico in merito all’operazione della polizia in atto.

Secondo quanto ricostruito, anche se poi largamente smentito dalla polizia dopo l’irruzione, alcuni dipendenti erano fuggiti mentre altri erano tenuti in ostaggio dentro l’edificio.

Si legge su IlSecoloxix.it che l’allarme dell‘attacco è stato denunciato proprio con una telefonata dallo stabile della Ubisoft e sul tetto dell’edificio erano ben visibili delle persone tutte aggruppate.

Le forze speciali hanno evacuato la zona e in un paio d’ore si è tutto risolto, era un falso allarme.