Home Casi Coronavirus a Mondragone, De Luca chiama l’esercito: rivolte dei bulgari in strada

Coronavirus a Mondragone, De Luca chiama l’esercito: rivolte dei bulgari in strada

CONDIVIDI

Non si placano le tensioni a Mondragone, Caserta. Questa mattina una cinquantina di bulgari sono scesi in strada per protestare contro la chiusura della zona rossa.

mondragone

Intanto, i contagi salgono a quota 49. Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, dopo un colloquio telefonico con il ministro Lamorgese, ha annunciato che a Mondragone arriveranno esercito e polizia.

De Luca a colloquio con Lamorgese

Un colloquio telefonico, durante il quale il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha chiesto aiuto al Ministro degli Interni, Luciana Lamorgese.

Come riferisce anche Fanpage, un contingente dell’esercito è in arrivo a Mondragone, provincia di Caserta, dopo il focolaio di Covid scoppiato tra i residenti degli ex Palazzi Cirio. 

Al momento le persone positive al Covid sono 49, per la gran parte cittadini bulgari.

“Ho chiesto l’invio urgente di un centinaio di uomini delle forze dell’ordine per garantire il controllo rigoroso del territorio. il Ministro ha annunciato l’arrivo di un contingente dell’Esercito”

ha annunciato il governatore.

Tensioni tra bulgari e italiani

Intanto, non si placano le tensioni tra la comunità bulgara e quella italiana. Questa mattina, un centinaio di persone, tutte residenti nella zona rossa dei Palazzi Cirio, sono scese in strada per protestare.

Alcuni cittadini di Mondragone stanno presidiando i varchi di accesso. Il sindaco, Virgilio Pacifico, ha fatto sapere che proprio due giorni fa aveva riferito al Questore del capoluogo dell’insufficienza delle risorse impegnate per il rispetto dell’ordinanza.

Il Questore avrebbe però affermato l’incompetenza in materia del primo cittadino.

“Ho assistito personalmente ad un inaccettabile atto di insubordinazione di oltre 50 cittadini, stranieri e non, i quali uscendo dalle rispettive abitazioni hanno creato paura nella cittadinanza, che ha dovuto assistere all’impotenza delle poche forze dell’ordine presenti. Al prefetto chiedo di adottare ogni misura al fine di ripristinare la legalità”

ha ribadito il sindaco di Mondragone.

Intanto proseguono le operazioni di trasferimento delle persone positive al coronavirus al Covid Hospital di Maddaloni.