Home Televisione Molto Incinta, le curiosità sul film di Katherine Heigl e Seth Rogen

Molto Incinta, le curiosità sul film di Katherine Heigl e Seth Rogen

CONDIVIDI

Sai tutto su Molto incinta? Scopriamo insieme alcune curiosità relative al film del 2007 con Katherine Heigl e Seth Rogen

Molto Incinta

Approfondiamo insieme i dettagli riguardanti alcune curiosità sul film “Molto incinta”, diretto da Judd Apatow!

Il successo di Molto incinta

Molto incinta (Knocked Up) è un film del 2007 diretto da Judd Apatow. Si tratta di una commedia americana che racconta dell’inattesa gravidanza seguita ad un rapporto occasionale non protetto tra due persone. Il film è uscito in Italia il 19 ottobre del 2007.

Ben Stone è un 23enne scansafatiche e apatico, che ha lasciato il Canada per vivere a Los Angeles. Alison Scott è una ragazza in carriera che ha appena ricevuto una promozione. Mentre festeggia in un club, Alison incontra Ben e, dopo una notte di bevute, i due finiscono a letto assieme senza usare la protezione…

Nel cast del film compaiono, tra gli altri, Seth Rogen nel ruolo del protagonista maschile Ben Stone, Katherine Heigl in quello della protagonista femminile Alison Scott, Paul Rudd in Pete, Leslie Mann in Debbie e Jason Segel in Jason.

Alcune curiosità sul film

I camei del film

Nel film appaiono in piccole parti Bill Hader, Ken Jeong e Craig Robinson. Nel ruolo di se stessi, appaiono anche Fergie, James Franco, Steve Carell, Eva Mendes, Jessica Alba e Ryan Seacrest.

Lo spin-off

Il film ha avuto uno spin-off, intitolato “Questi sono i 40”. Il film infatti è incentrato su due personaggi secondari della pellicola, Pete e Debbie (Paul Rudd e Leslie Mann).

I nudi di Meg Ryan

Nel film, vengono citate tutte le sequenze di In the cut nelle quali Meg Ryan appare nuda.

Le location del film

Il film è stato girato interamente in California e in particolare a Santa Monica, Los Angeles, Pasadena. Alcune scene si svolgono anche a Las Vegas, in Nevada.

Il ses*ismo della pellicola

Il film è stato accusato di “ses*ismo” per via della superficialità con cui è presentato il personaggio femminile principale, Alison.