Home Lifestyle Moda: le ultime tendenze dettate dalle sfilate di Milano

Moda: le ultime tendenze dettate dalle sfilate di Milano

CONDIVIDI

La settimana della moda di Milano ha avuto il compito di mostrare le collezioni per la primavera estate 2021, le prime dopo il lockdown.

milano moda

Tra le tendenze dettate dalla moda di Milano tanta voglia di normalità, colore e romanticismo.

Una fashion week particolare

La settimana della moda di Milano è stata caratterizzata da mascherine, gel igienizzanti e tante sfilate digitali ma anche di nuove tendenze.

Una settimana della moda per niente facile, che ha visto il digitale annullare, in parte, le distanze. Un digitale che, però, non è stato in grado di sostituire l’emozione di essere presenti vicino la passerella.

Le collezioni presentate, quelle per la primavera/estate 2021, sono state pensate dagli stilisti durante il lockdown. Gli stilisti si sono impegnati a guardare avanti, ad un mondo in cui il covid-19 è finalmente sconfitto. Hanno immaginato una normalità in cui le persone potranno tornare tranquille a fare shopping nei negozi e a quello che vorranno indossare e comprare.

Le tendenze

La nuova normalità, quella che regnerà post covid, sarà priva di eccessi. E ciò si è visto in passerella con assenza di troppe frivolezze o follie. Gli abiti da sera mostrati sono stati davvero pochi sostituiti da tante proposte da giorno. Proposte pensate anche per un possibile lavoro agile da casa.

Ecco che ogni marchio ha deciso di puntare sui suoi tratti distintivi. Ogni capo, però, diventa più realista e viene fatto indossare non solo a modelli ma spesso anche a ragazzi normali. Anche le modelle plus size non sono mai state così presenti in passerella.

Il colore diventa un modo per essere ottimisti; il romanticismo torna sotto forma di pizzo e balze. Le spalle tornano ad essere importanti con l’uso di spalline mentre i leggings danno sicurezza e comfort.

Il monito è anche quello di rallentare, come ha fatto Giorgio Armani sin dall’inizio della pandemia. Mentre Max Mara immagina una donna elegante e fiera, che esce di casa per la prima volta dopo la fine dell’emergenza sanitaria.