Home Cronaca Migranti, tre positivi tentano di fuggire dall’ospedale: pugni e morsi ai medici

Migranti, tre positivi tentano di fuggire dall’ospedale: pugni e morsi ai medici

CONDIVIDI

Volevano essere dimessi anche se positivi al Covid tre migranti che poi hanno aggrediti medici a Roma. L’indignazione di Lega e FdI.

migranti aggrediscono medici
Ospedale militare Celio di Roma

Sono stati i carabinieri a fermare i tre migranti ed a ristabilire l’ordine, Lega e FdI puntano il dito contro il Governo.

Migranti positivi aggrediscono medici dell’ospedale

Erano positivi al Covid-19 e si trovavano ricoverati all’ospedale militare Celio della Capitale, i tre migranti che stamani hanno scatenato il panico tra il personale sanitario.
Non sono emerse le motivazioni del gesto ma dalla ricostruzione i tre nigeriani, due uomini ed una donna, pare volessero essere dimessi immediatamente.

I sanitari non avevano dato il consenso alla dimissione e ciò può aver scatenato la reazione incontrollata: i tre avrebbero aggredito medici ed infermieri del nosocomio romano.
Un’aggressione a quanto pare molto violenta con morsi e colpi diretti al personale sanitario ed ai militari che tentavano di fermarli.

Solamente l’intervento dei carabinieri ha fatto cessare la violenza dei tre che sono stati in seguito denunciati per le loro azioni, come riporta Tgcom24.

Lega e FdI accusano il Governo: “Rischio per la sicurezza”

L’episodio come immaginabile ha scatenato la polemica da parte dell’opposizione che da tempo accusa il Governo Conte di non dare risposte adeguate al problema dei migranti.
Nonostante la smentita del Viminale riportata da Il Fatto Quotidiano sui reali numeri dei positivi tra i migranti che sarebbero 4 su 1000, Lega e Fratelli d’Italia lanciano le loro accuse.

“Gli italiani pagano per l’incapacità di Conte e Lamorgese. Questo governo mette in pericolo l’Italia”.

Ha commentato Matteo Salvini leader della Lega mentre Francesco Lollobrigida capogruppo di FdI attacca a sua volta il Governo:

“Questo governo di incompetenti non e’ in grado di garantire la sicurezza e la salute dei nostri uomini in divisa e dei nostri medici. Vergogna”.

È il commento apparso su Twitter sulla vicenda romana che sta facendo discutere l’opinione pubblica.