Home Politica Migranti, situazione esplosiva in Calabria. La governatrice Santelli scrive a Conte

Migranti, situazione esplosiva in Calabria. La governatrice Santelli scrive a Conte

CONDIVIDI

Dopo lo sbarco di migranti in Calabria, di cui 28 sono risultati positivi al coronavirus, la situazione è diventata esplosiva.

La governatrice Santelli ha interpellato il premier Conte per chiedere il blocco degli sbarchi. Scoppia la protesta dei cittadini, che dovranno accogliere i migranti contagiati.

Sbarco in Calabria

Sono 70 i migranti sbarcati la scorsa notte a Roccella Ionica, in provincia di Reggio Calabria. 

I naufraghi si trovavano a bordo di un’imbarcazione al largo di Caulonia, nel Mar Ionio, e dopo essere stati condotti al porto di Roccella, sono stati tutti sottoposti al tampone.

Ventotto sono risultati positivi al coronavirus. Per i 48 adulti presenti sull’imbarcazione  è stato disposto il trasferimento tra Bova e Amantea dove sono già attive due strutture attrezzate per la quarantena.

Un’altra ventina di migranti, tutti minorenni, sono invece stati accolti in una struttura messa a disposizione dal comune di Roccella Ionica.

Tra i venti minori, 5 sono quelli risultati positivi al Covid-19.

Quello di ieri è il secondo sbarco avvenuto nel giro di pochi giorni in Calabria.

Per i migranti è scattata la quarantena obbligatoria. Il personale sanitario monitorerà il loro stato di salute.

Scoppia la protesta

Intanto, come riferisce anche Tgcom24, in Calabria è scoppiata la protesta per l’arrivo dei migranti a Roccella.

Il presidente della Regione, Jole Santelli, ha scritto al premier Conte, lanciando un ultimatum al governo.

“Senza una risposta rapida, non esiterò ad agire vietando gli sbarchi. La soluzione è la requisizione di navi da dislocare davanti alle coste delle Regioni interessate, a bordo delle quali saranno svolti controlli sugli immigrati”.

La Santelli ha quindi chiesto l’intervento del governo, ponendo l’accento sulla situazione emergenziale che sta vivendo la regione.

“Mi aspetto una risposta rapidissima da parte del governo e avverto che, in caso contrario, non esiterò ad agire, esercitando i miei poteri di ordinanza per emergenza sanitaria, vietando gli sbarchi in Calabria”

è l’ultimatum lanciato dalla governatrice.