Home News Ocean Viking, 407 migranti a bordo tra cui donne e bambini: si...

Ocean Viking, 407 migranti a bordo tra cui donne e bambini: si temono dispersi

CONDIVIDI

Non si arresta il dramma dei migranti nel Mediterraneo, le ong parlano di centinaia di salvataggi e si teme per un barcone alla deriva

Migranti Ocean Viking
La Ong Ocean Viking

L’Unhcr riporta i dati di un fenomeno di dimensioni preoccupanti, centinaia di salvataggi di vite umane solo in questo fine settimana. Sarebbero 407 i migranti a bordo della Ocean Viking, ecco gli ultimi aggiornamenti.

Le operazioni nel Mediterraneo delle Ong

Sarebbero 5 le operazioni di salvataggio nelle acque del Mediterraneo nelle ultime 72 ore da parte delle navi Ong

Le due principali navi impiegate la Alan Kurdi e la Ocean Viking hanno entrambe partecipato ad operazioni di soccorso nelle scorse ore.

Mentre la Alan Kurdi avrebbe accolto a bordo assieme all’equipaggio circa 78 persone, sulla Ocean Viking i numeri sarebbero ancora maggiori.

Come rivelato dalla nave di Sos Mediterranee infatti la notte passata sono state salvate 184 persone tra cui donne e bambini.

Secondo un servizio telefonico creato appositamente per assistere i migranti in difficoltà nel Mediterraneo, Alarm Phone, in 3 giorni sarebbero fuggite dalla Libia 13 imbarcazioni con quasi 800 persone a bordo.
Tra questi i migranti che sono giunti in Europa sarebbero 720 come riporta La Repubblica  

407 migranti sulla Ocean Viking: il destino di donne e bambini

Come rivelato dunque dalla Ocean Viking con l’ultimo salvataggio di 102 persone ad 80 miglia dalla Libia e circa 82 in acque maltesi che viaggiavano su due gommoni il numero dei migranti a bordo della Ong salirebbe a 407.

Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr ha parlato dell’enorme impegno delle Ong nel Mediterraneo e su Twitter scrive:

“E’ evidente il vuoto spaventoso in termini di capacità di ricerca e salvataggio. Non si hanno ancora notizie di un’imbarcazione alla deriva”.

La situazione potrebbe ulteriormente complicarsi anche perché secondo quanto riporta rainews il portavoce della Commissione Europea Adalbert Jahnz durante una conferenza a Bruxelles, avrebbe confermato che ancora nessuna richiesta per il coordinamento delle operazioni di trasferimento dei migranti è stata ricevuta dalla Commissione.