Home Spettacolo Michael Schumacher, la verità sulla sua salute: ‘Durante la terapia era chiaro...

Michael Schumacher, la verità sulla sua salute: ‘Durante la terapia era chiaro cosa sarebbe accaduto’

CONDIVIDI

Michael Schumacher, le sue condizioni di salute e le parole del dottore: “Era chiaro fin dall’inizio che durante la terapia non gli sarebbero capitati miracoli”

Michael Schumacher
Michael Schumacher

Il campione, Michael Schumacher, è rimasto coinvolto in un gravissimo incidente avvenuto sulle piste da Sci a Meribel, al confine del Parco nazionale della Vanoise, il 29 Dicembre del 2013. Da quel giorno, la famiglia e gli amici hanno mantenuto un certo silenzio sulle reali condizioni del pilota di Formula Uno. Ma come sta ora? Questa è la domanda che si pongono i numerosi fan che da anni attendono altre notizie sul suo conto. Pare che ci siano nuove speranze per l’ex campione.

Michael Schumacher, le sue condizioni di salute

Il 29 dicembre del 2013 è una data indimenticabile per gli sportivi e non solo. Oltre alla Ferrari, un’altra sua passione per il campione era lo Sci. La discesa a Meribel, sulle Alpi francesi dove aveva deciso con alcuni amici di seguire una pista non battuta gli è risultata fatale. Da quel tragico giorno sono passati ormai sei anni e  tutto tace sulle reali condizioni di Michael Schumacher.

Secondo quanto riportato dal portale viagginews.com, il medico dell’ex campione ha rotto il silenzio sulle cura che ha ricevuto in tutti questi anni, dopo il suo incidente che gli ha completamente cambiato la vita.

Le parole del dottore

Il sette volte campione del mondo di Formula 1, negli ultimi si è sottoposto a terapia con cellule staminali in un ospedale di Parigi e pare che sia cosciente. Ora Jean-Francois Payen, ha svelato ulteriori dettagli sulle cure che sta ricevendo:

“Esiste un piano da uno a tre anni per il periodo di rigenerazione. Lo visito ancora occasionalmente e parlo con la famiglia di eventuali progressi che vedo”.

Sembra inoltre che stia facendo dei progressi. Mentre,  il professor Philippe Menasché ha  precisato in una recente intervista:

“Era chiaro fin dall’inizio che durante la terapia non gli sarebbero capitati miracoli”.