Home Personaggi Michael Schumacher compie 52 anni. Le speranze dopo l’incidente

Michael Schumacher compie 52 anni. Le speranze dopo l’incidente

CONDIVIDI

L’ex campione Ferrari compie oggi 52 anni. Il grave incidente gli ha stroncato la carriera ma sembra ci siano speranze di ripresa dopo 7 anni.

michael schumacher

Oggi compie gli anni una leggenda delle corse: l’ex campione della Ferrari, Michael Schumacher compie 52 anni.

Sette anni fa un tragico incidente ha stroncato la sua carriera. Il campione non si è mai ripreso da allora ma adesso affiorano lievi speranze. La sua ripresa clinica, nonostante i pochi dettagli trapelati, sembra continuare a migliorare nel tempo.

Scopriamo chi è Michael Schumacher, l’amato campione Ferrari che ha subito un tragico incidente che gli ha compromesso vita e carriera.

Chi è Michael Schumacher, ex campione della Ferrari

In molti hanno etichettato Michael Schumacher come il miglior pilota di Formula 1 della storia grazie ai suoi straordinari record registrati ai gran premi.

L’ex campione di Formula 1 è nato in Germania il 3/01/1969. Suo padre, meccanico con un circuito go-kart di proprietà, gli ha trasmesso la passione per le corse. Dopo aver terminati gli studi, Schumacher ha subito dato adito alla sua passione per le corse approfondendo il suo interesse per le competizioni sportive.

Nel 1990 il tuo talento inizia a brillare e vince il campionato di kart fino ad arrivare alla Formula 3 nazionale, si legge su Luinonotizie.it.

Presto arrivò anche il debutto nella straordinaria Formula 1, nel 1991, inserito nel Team Jordan in Belgio con il motore della Ford. Flavio Briatore lo ha strappato letteralmente ad Eddie Jordan facendolo entrare nel team Benetton. Nel gran premio di Monza dello stesso anno Schumacher si classificò quinto.

Collezionò traguardi anno dopo anni fino al 1996 quando da Benetton passò a Ferrari, l’inizio del sogno. Ha immediatamente trionfato nel Gran Premio a Monza conquistando subito il cuore di tutti i tifosi della Ferrari. Negli anni a venire ha continuato a collezionare vittorie e soddisfazioni che la Casa Ferrari mai dimenticherà.

Michael Schumacher è stato un campione indiscusso, ha permesso alla scuderia Ferrari di conquistare un posizionamento supremo che precedentemente non aveva mai nemmeno sognato di raggiungere.

Fuori dalle piste tanti lo descrivono come un uomo dal carattere orgoglioso e a tratti arrogante, ma in molti lo dipingono invece come amante dei valori familiari e dei suoi tifosi.

L’incidente fatale

Nel 2013 il campione della Ferrari è scivolato nel fuoripista battendo con violenza la testa su una roccia. L’impatto fu così violento che ruppe il casco protettivo arrivando a urtare il cranio irrimediabilmente. I danni cerebrali subiti lo riversarono in coma per ben 6 mesi.

Dopo esser uscito dallo stato di coma Schumacher ha dovuto affrontare mesi, anni di lenta riabilitazione che tutt’oggi continua a praticare.

La vita del campione non è ancora tornata quella di prima ma sembra che ci sia qualche possibilità che faccia ben sperare.

Dichiarazioni delle persone a lui care

La sua amata moglie Corinna non si è espressa negli anni sulle condizioni cliniche del marito e ha mantenuto sempre un velo di riservatezza per tutelare la loro privacy.

Al momento l’ex campione vive isolato, in una sicura e protetta abitazione in cui poche persone fidate hanno il permesso di entrare. E’ rigorosamente vietato diffondere notizie sul suo stato di salute.

Ogni tanto sono però trapelate delle notizie e dei dettagli inediti sulle sue condizioni, permettendo a suoi fan di sapere come sta Michael Schumacher.

Jean Todt, grande amico di Schumacher, ha commentato:

Michael continua a combattere.

Ha poi continuato spiegando che tutti sono al corrente delle devastanti problematiche che gli ha arrecato l’incidente ma che non avrebbe fornito ulteriori dettagli.

Il pilota Luca Badoer, ex corridore della Ferrari, ha aggiunto:

Mi fa male pensare a lui.

Ha poi concluso, come anche Todt prima di lui, che non avrebbe aggiunto altro in merito alla condizione fisica di Schumacher.

Il famosissimo neurologo Erich Riederer si espresse invece in termini poco confortanti sulla salute dell’ex campione parlando di stato vegetativo irreversibile, si legge su Leggo.it.

Al momento sembra che la sua ripresa stia andando bene, alcuni nutrono ancora la speranza di tornarlo a vedere nel mondo delle corse.

Solo il tempo dimostrerà se la speranza potrà concretizzarsi diventando realtà.