Home Politica Matteo Salvini, duro sulle scuole medie: “Sono un parcheggio inutile da abolire”

Matteo Salvini, duro sulle scuole medie: “Sono un parcheggio inutile da abolire”

CONDIVIDI

Matteo Salvini si è recentemente espresso sulla scuola. La sua proposta? Quella di abolire le medie poiché sarebbero un parcheggio.

salvini

Per Matteo Salvini sono inutili anche i tre mesi di vacanza dalla scuola.

La riforma della scuola secondo Salvini

Il leader della Lega ha in mente una riforma della scuola ben chiara: in primis, le scuole medie andrebbero abolite, in secundis stessa cosa per le vacanze estive lunghe tre mesi. Il progetto in questione, del leader della Lega, è venuto fuori durante un incontro in Brianza. Per Salvini, infatti, le scuole medie sarebbero un mero buco o parcheggio che non ha paragoni negli altri paesi europei.

Immediate le repliche

Non sono mancate le risposte da parte di Lucia Azzolina, sotto segretaria del Movimento Cinque Stelle all’Istruzione. Come si evince dall’Ansa, la penta stellata avrebbe replicato a Salvini attraverso Facebook con un video. Nello stesso, la Azzolina afferma:

“Ahimé, non perde occasione per tacere. Allora, Salvini, partiamo dalle basi: non esiste più la scuola media, si parla di istruzione secondaria di primo grado. La scuola media, come la chiami tu, non è un parcheggio perché ci lavorano docenti, personale Ata, dirigenti scolastici ed è frequentata dai nostri studenti e non si può pensare che tutte le scuole medie d’Italia siano un parcheggio”.

La sottosegretaria ha continuato la sua dura replica sostenendo di aver sempre odiato la politica degli slogan. Inoltre, Azzolina prova imbarazzo per i politici che di scuola non ne capiscono sia perché non ci hanno mai lavorato, sia perché, a sua detta, non l’hanno frequentata a dovere.

Una replica in favore del ministro è avvenuta, invece, da Mario Pittoni, senatore e responsabile istruzione della Lega. Secondo lui, Salvini ha parlato per grandi linee senza fare riferimento ne a personale docente ne alle vacanze. Per Pittoni, chi parla per slogan sono i penta stellati non i leghisti.