Home Spettacolo ‘Matrimonio a priva vista? Tutta una montatura’: l’ex concorrente vuota il sacco

‘Matrimonio a priva vista? Tutta una montatura’: l’ex concorrente vuota il sacco

CONDIVIDI

Tutto vero quello che vediamo in Matrimonio a prima vista? Secondo una ex concorrente la verità è ben diversa.

Matrimonio a prima vista sarebbe tutta una montatura per fare audience e non un programma per creare coppie compatibili. Lo dice un’ex concorrente. Sapete chi ha vuotato il sacco?

Matrimonio a prima vista è uno dei programmi più seguiti di Real Time. Nella trasmissione, si punta a creare coppie che siano caratterialmente compatibili.

Per una ex concorrente della seconda edizione, però, le cose non starebbero così.

I sociologi e gli psicologi coinvolti nel processo non punterebbero alla creazione di coppie stabili e felici, bensì nel mettere insieme persone che – alla fine – non andando d’accordo, litigano, aumentando – di conseguenza – lo share.

Matrimonio a prima vista, un’ex concorrente vuota il sacco

La concorrente che sta criticando aspramente Matrimonio a prima vista, trasmissione molto seguita di Real Time, è Sara Milani, la quale è convolata a nozze con un uomo dal quale si sta separando, con non poche difficoltà.

Secondo la cantante, infatti, il team di psicologi e sociologi che fanno parte dello show e che dovrebbero puntare alla creazione di coppie felici e compatibili, sul piano caratteriale, hanno – invece – un solo obiettivo: quello di assemblare coppie litigiose e incompatibili, al fine di incrementare l’audience.

La verità sta nel mezzo? La Milani non le ha mandate a dire e ha sottolineato di come la pratica di divorzio dall’uomo che ha sposato sia stata – ed è ancora – un vero calvario.

Sara Milani, Matrimonio a prima vista? Una montatura

La donna – in una recente intervista – ha parlato delle difficoltà che sta incontrando nel divorziare dall’uomo che ha sposato a Matrimonio a prima vista.

“Non ne posso più davvero. Ora, se tutto va bene, a dicembre dovremmo divorziare. Io ci avevo creduto molto […] Invece il loro intento non è tanto trovare la coppia perfetta, ma fare televisione”. 

Per gli autori, a suo dire, le coppie sarebbero solo “personaggi” e che non avrebbero registrato ascolti, se non avessero messo in atto dinamiche contrastanti all’interno del programma.

“Se una coppia va d’amore e d’accordo forse diventa noiosa: cosa si racconta poi in tv? Sta di fatto che tra me e quello che è stato mio marito la compatibilità era pari a zero…”. 

Sulle 10 coppie che hanno partecipato al programma, solo una è sopravvissuta al matrimonio sei mesi dopo, termine entro il quale la coppia poteva continuare a stare insieme o lasciarsi definitivamente.

Prova del fatto – a suo dire – che è solo una trovata pubblicitaria e non un programma per far trovare realmente l’amore.