Home News Massimo Giannini “Sono positivo al Covid”: sede de LaStampa evacuata e sanificata

Massimo Giannini “Sono positivo al Covid”: sede de LaStampa evacuata e sanificata

CONDIVIDI

Il direttore Massimo Giannini ha confermato di essere positivo al Covid 19 e la sede di LaStampa è stata completamente evacuata.

Massimo Giannini "Sono positivo al Covid": sede de LaStampa evacuata e sanificata

Grande paura per il direttore Massimo Giannini che ha confermato di essere positivo al Coronavirus. La sede de La Stampa è stata sanificata dopo l’evacuazione totale.

Direttore de LaStampa positivo al Covid

Il direttore del quotidiano torinese LaStampa ha dichiarato tramite Twitter di essere risultato positivo al Covid:

“dopo una notte di tosse ho fatto un tampone. al giornale ci stiamo organizzando e martedì ci saremo”

La sede del giornale è stata evacuata seguendo il protocollo di sicurezza che si attiva in questi casi e poi è stata sanificata. Non mancano ora tutti i controlli a tappeto e nessuno potrà rientrare in sede sino a quando non ci sarà conferma.

È stato proprio il direttore del quotidiano a confermare la sua positività spiegando che il giornale non si ferma e si stanno organizzando per mandare avanti tutto il lavoro:

“ma attenzione, il virus c’è e usiamo tutte le precauzioni. solo così andrà tutto bene”

Le condizioni di salute del direttore

Il direttore ha chiarito le sue condizioni di salute tramite la trasmissione Otto e Mezzo condotta da Lilli Gruber. Lo stesso ha confermato di stare abbastanza bene: dopo una notte di tosse, domenica ha deciso di sottoporsi al tampone considerando anche l’anomalo dolore al torace.

Al Policlinico Gemelli sono stati fatti tutti gli accertamenti del caso per poi confermare la sua positività, anche se per ora i suoi polmoni non sono stati intaccati:

“non ho mai avuto la febbre, ma sento una spossatezza e sensazione di oppressione al torace”

Il direttore ha raccontato che in questo ultimo periodo ha girato molto per tutti gli eventi pubblici del giornale, nonostante abbia preso tutte le precauzioni del caso:

“Serve più attenzione e rigore”