Home Cronaca Marta Novello lascia la terapia intensiva: la 26enne pronta a parlare con...

Marta Novello lascia la terapia intensiva: la 26enne pronta a parlare con gli inquirenti

CONDIVIDI

Buone notizie dall’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove la giovane è ricoverata dopo la brutale aggressione avvenuta lo scorso 22 marzo.

Marta Novello lascia terapia intensiva

Ad accoltellarla per 27 volte un ragazzo di 15 anni, suo concittadino, che avrebbe tentato di rubarle il portafogli, mentre la 26enne faceva jogging.

L’aggressione a Marta Novello

Una violenta aggressione, con ancora molti punti oscuri da chiarire, quella avvenuta lo scorso 22 marzo.

Colpita con ben 27 coltellate una giovane studentessa di 26 anni, Marta Novello, che quel pomeriggio stava facendo jogging in una strada di campagna frequentata da molti sportivi a Mogliano Veneto, Treviso.

La ragazza venne aggredita alle spalle da un suo concittadino, un ragazzo di 15 anni, che avrebbe voluto rubarle il portafogli.

A soccorrere Marta Novello erano stati alcuni operai che si trovavano in zona e che accorsero sul luogo dell’aggressione allarmati dalle grida d’aiuto della ragazza.

Marta Novello venne trasferita d’urgenza all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove nei giorni a venire, ha subito due operazioni chirurgiche.

Lo scorso mercoledì la giovane studentessa si è svegliata dal coma. 

Marta Novello lascia la terapia intensiva

Nonostante la brutale aggressione di cui è rimasta vittima, le condizioni di Marta Novello continuano a migliorare.

Nelle scorse ore, come riporta anche Fanpage, la ragazza ha lasciato il reparto di terapia intensiva dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

La giovane è ora ricoverata nel reparto di chirurgia dello stesso nosocomio. Nelle prossime ore potrebbe essere ascoltata dagli inquirenti, per far luce su un caso che è ancora poco chiaro.

Resta infatti da accertare se il 15enne abbia voluto rapinarla o se ci sia qualcos’altro dietro l’aggressione.

Gli amici di Marta e dell’adolescente negano una conoscenza tra i due, lo stesso aggressore ha riferito di aver scelto a caso la sua vittima, perché aveva bisogno di soldi.

Leggi anche –> Lutto nell’Arma dei Carabinieri, il maresciallo Baldassarre Nero ucciso dal Covid a 49 anni