Home Cronaca Lutto nell’Arma dei Carabinieri, il maresciallo Baldassarre Nero ucciso dal Covid a...

Lutto nell’Arma dei Carabinieri, il maresciallo Baldassarre Nero ucciso dal Covid a 49 anni

Il militare era ricoverato all’ospedale Cotugno di Napoli. Le sue condizioni sono precipitate nel giro di poche ore, fino al drammatico epilogo.

morto maresciallo Baldassarre Nero

Profondo cordoglio tra quanti lo conoscevano: Baldassarre Nero lascia la moglie e una figlia.

Il ricovero, poi la drammatica notizia

Qualche giorno fa era stato ricoverato all’ospedale Melorio di Santa Maria Capua Vetere, Caserta.

L’aggravarsi delle sue condizioni però aveva reso necessario il trasferimento all’ospedale Cotugno di Napoli. Questa mattina all’alba è arrivata la drammatica notizia della sua scomparsa.

Il maresciallo Baldassarre Nero, in servizio alla stazione dei Carabinieri di Macerata Campania, non ce l’ha fatta: è morto per le conseguenze del Covid-19.

Il militare aveva 49 anni. Lascia la moglie e una figlia.

Il cordoglio dell’Arma dei Carabinieri

Profondo cordoglio dai colleghi dell’Arma e da quanti avevano avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo.

Nero era stato anche insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica e della medaglia al valore civile in seguito ad alcune sue indagini.

Il sindaco di Macerata Campania ha espresso profondo cordoglio per la prematura scomparsa del giovane militare.

“Il maresciallo Nero era con noi da tanti anni, faceva parte della comunità. L’ho sentito prima che fosse portato al Cotugno, quando ancora era ricoverato al reparto Covid del Melorio di Santa Maria Capua Vetere; mi mandò la foto con il casco per respirare, poi la situazione è peggiorata e lo hanno portato in rianimazione al Cotugno”

ha scritto il primo cittadino in un lungo post su Facebook.

Come riporta Edizionecaserta, la salma del maresciallo Baldassarre Nero giungerà martedì mattina al cimitero di Marcianise, sua città d’origine, per le esequie in forma strettamente privata.

Leggi anche –> Caserma Levante, Giuseppe Montella accusa: “Sono colpevole, ma i miei superiori sapevano”