Home Spettacolo Domenica In, Mara Venier scoppia in lacrime in diretta: “Scusate è un...

Domenica In, Mara Venier scoppia in lacrime in diretta: “Scusate è un momento particolare”

CONDIVIDI

“Scusate è un momento particolare”, Mara Venier scoppia in lacrime durante la diretta di Domenica In. Ecco che cosa è successo alla conduttrice.

Mara Venier

Questo pomeriggio a Domenica In, Mara Venier, ha intervistato due cantanti storici degli anni ’80/’90, Raf e Umberto Tozzi. Nel bel mezzo dell’intervista, la conduttrice riceve un’inaspettata telefonata. Si tratta di suo marito, Nicola Carraro.

Mara Venier, scoppia in lacrime: “Scusate è un momento particolare”

Nel corso dell’intervista a Raf e Umberto Tozzi, in diretta televisiva, Mara Venier riceve un’inaspettata telefonata da suo marito, Nicola Carraro.

Dopo aver messo in vivavoce, la Zia Mara, chiede al suo “amore” il perchè di questa telefonata, improvvisa:

“Amore, il tuo telefonino è diventato un centralino […] Ti chiamo perchè volevo dirti che Ti amo”

Mara Venier, scoppia in lacrime, e si scusa col pubblico:

“Scusate, è un momento molto particolare, mio marito è molto lontano”

La conduttrice spiega che per lei sono momenti particolari. E’ molto più che probabile, che suo marito, attualmente lontano, così come ha raccontato in diretta, abbia voluto telefonarla per farle sentire la sua vicinanza, in questi attimi di dolore per la Zia Mara. Solo ieri, Mara Venier, ha subito infatti un grave lutto familiare, per la perdita del caro cugino, Alberto Rizzolì, a cui ieri ha dedicato un post struggente d’addio.

La conduttrice era molto legata ad Alberto Rizzoli, mostro sacro dell’Editoria Italiana, che fondò negli anni ’60 il gruppo Editoriale Rizzoli. Una morte inaspettata per lei e la sua famiglia, in quanto l’uomo, 74 anni, si sarebbe tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla nuca.

Nonostante siano ore difficili per la conduttrice, Zia Mara, sta portando comunque avanti la trasmissione con forza, coraggio e l’ironia di sempre.

Un forte abbraccio Mara.