Home Politica Manovra, Luigi Di Maio soddisfatto ma puntualizza duramente: “Non bisogna colpire idraulici...

Manovra, Luigi Di Maio soddisfatto ma puntualizza duramente: “Non bisogna colpire idraulici e parrucchieri”

CONDIVIDI

Luigi Di Maio si definisce soddisfatto della Manovra ma puntualizza alcuni aspetti a suo dire fondamentali per il benessere del Paese

Manovra
Manovra, Luigi Di Maio

La Manovra è stata definita anche se mancano alcuni punti fondamentali, ma Luigi Di Maio ci tiene a precisare alcuni dettagli per il bene degli italiani.

Cosa ne pensa Di Maio della Manovra?

Tutto o quasi è stato definito, nonostante manchino alcuni punti molto importanti per chiudere la questione. Il Premier Conte ha dichiarato – durante una sua intervista a Rai Uno – che in questi giorni stanno lavorando su alcuni aspetti che vogliono mettere a punto al fine di presentarli in maniera corretta.

Di Maio si è definito soddisfatto di questa Legge di Bilancio anche se la sua attenzione si pone sul Decreto Fiscale per combattere gli evasori.

Secondo il leader del M5S la lotta al contante, l’obbligo dei pos e dei bonus sono argomenti che andrebbero trattati con calma e definizione – osservando le varie sfumature. Nonostante questo in suo lungo post su Facebook conferma:

“ognuna di queste misure sarà dentro la nuova manovra e lo considero un ottimo risultato”

Lotta all’evasione fiscale

Il suo obiettivo fondamentale è chiarire alcuni aspetti della lotta all’evasione fiscale:

“il carcere ai grandi evasori, per noi questo è un punto fermo, irrinunciabile”

Ogni misura, secondo il Ministro degli Esteri, deve essere commisurata in base alle varie tipologie:

“tutti devono rispettare la legge, ma non mi si venga a dire che è colpa di parrucchieri, idraulici, commercianti e chi più ne ha più ne metta”

Per questi motivi il Ministro chiede una lotta all’evasione per i “grandi” che in qualche modo sino ad oggi hanno compiuto il danno più esoso:

“la priorità oggi è dare un segnale diverso dal passato e colpire i pesci grossi, colpire chi ha messo il paese in ginocchio”