Home Cronaca Maltrattamenti all’asilo, due operatrici a processo: bambini schiaffeggiati e strattonati

Maltrattamenti all’asilo, due operatrici a processo: bambini schiaffeggiati e strattonati

CONDIVIDI

L’episodio più grave riguarda un bambino di 8 mesi, che sarebbe stato schiaffeggiato per aver fatto cadere un biscotto.

maltrattamenti asilo

Ad inchiodare la maestra e la coordinatrice dell’asilo, ci sarebbero diversi video, che mostrano la condotta violenta delle due operatrici.

Maltrattamenti all’asilo di Arzachena

Bambini schiaffeggiati e strattonati, maestre che urlano senza offrire nessun conforto ai piccoli. È il drammatico quadro che emerge da un’indagine su presunti maltrattamenti nell’asilo di Arzachena, provincia di Sassari.

In uno degli episodi più violenti finiti nel mirino dell’inchiesta, ci sarebbe quello di un bambino di appena 8 mesi schiaffeggiato per aver fatto cadere un biscotto.

Condotte violente e insulti sembra fossero all’ordine del giorno, nella struttura pubblica del sassarese.

Nel 2018 gli uomini del Commissariato di Porto Cervo hanno installato delle telecamere di sorveglianza, dopo la denuncia di alcuni genitori. I dispositivi hanno documentato quanto avveniva nella scuola.

Due operatrici a processo

Come riferisce anche l’Ansa, una maestra ed una coordinatrice della struttura sono finite a processo con l’accusa di maltrattamenti su minori.

La maestra sarebbe l’autrice materiale dei maltrattamenti, mentre la coordinatrice avrebbe taciuto la condotta violenta della collega.

L’educatrice indagata ha sempre respinto tutte le accuse a suo carico. Sarebbero stati 25 i bambini vittime delle violenze e delle vessazioni da parte della maestra, tutti di età compresa tra gli 8 mesi ed i 2 anni.

Le famiglie di 12 alunni, insieme al Comune di Arzachena, si sono costituite parte civile nel processo.

Per le due imputate, le richieste dei legali dell’accusa e dei pm sono state particolarmente pesanti. La prima udienza del processo, a carico dell’educatrice e della coordinatrice della cooperativa, si terrà il 24 marzo a Tempi Pausania.

“Ci aspettiamo che il processo faccia giustizia per i bambini che hanno subito i maltrattamenti e per i loro familiari”

ha spiegato l’avvocata Domenica Gala, che assiste 8 delle famiglie coinvolte nel processo.