Home News Mafia Bonds: cosa sono le obbligazioni riconducibili alla N’Drangheta?

Mafia Bonds: cosa sono le obbligazioni riconducibili alla N’Drangheta?

CONDIVIDI

Mafia Bonds: venduti bonds “mafiosi” per 1 miliardo di euro

Nel portafoglio di grandi investitori istituzionali internazionali sono detenuti titoli obbligazionari riconducibili alla N’Drangheta.

È quanto riporta il Financial Times: sul mercato sono stati venduti titoli per circa 1 miliardo di euro e degli asset a garanzia dei titoli si sono rivelati collegati con le organizzazioni criminali calabresi.

Ribattezzati “Mafia Bonds”, i titoli “criminali” non sono delle obbligazioni direttamente legate ad attività criminali, ma il frutto del processo finanziario chiamato cartolarizzazione.

Tutto è nato dai ritardi nei pagamenti da parte delle Asl, specie nel Meridione italiano: le ASL che vantano crediti verso la PA, per sbloccare liquidità si affidano a banche e società che trasformano quei crediti in bond che vengono collocati sul mercato.

FT, Mafia Bond: il report pubblicato dal Financial Times

Financial Times riporta che circa 1 miliardo di euro di obbligazioni private garantite da società di copertura incaricate di lavorare per il gruppo mafioso ndrangheta calabrese sono state acquistate da investitori globali tra il 2015 e il 2019.

Queste obbligazioni sono state acquistate da fondi pensione, hedge fund, family office e Banca Generali – una delle maggiori banche private in Europa – riporta FT.

Gli investitori di tutto il mondo hanno acquistato obbligazioni garantite da organizzazioni criminali calabresi, secondo il Financial Times, che cita e riporta come fonti documenti finanziari e legali.

Il rapporto afferma che circa 1 miliardo di euro di obbligazioni private garantite da società incaricate di lavorare per il gruppo mafioso della ndrangheta calabrese sono state acquistate da investitori globali tra il 2015 e il 2019.

Banca Generali ha acquistato quei titoli tramite uno strumento costruito dalla banca d’investimento CFE con base a Ginevra, riporta FT.

Mafia Bonds: investitori internazionali hanno acquistato obbligazioni garantite dalla mafia italiana

Questi titoli obbligazionari, secondo FT, sono stati creati da fatture non pagate alle autorità sanitarie pubbliche in Italia da società che forniscono servizi medici.

Un affare di debito, che è stato acquistato da investitori istituzionali, conteneva attività vendute da un campo profughi nella regione italiana della Calabria.

Il CFE ha dichiarato di non aver acquistato consapevolmente beni legati ad attività criminali. Banca Generali ha dichiarato al giornale che

“sta venendo a conoscenza proprio ora delle citate cattive notizie”.