Home Cronaca “Ero disperata”, madre scuote neonato di cinque mesi: ora è in coma

“Ero disperata”, madre scuote neonato di cinque mesi: ora è in coma

CONDIVIDI

Una madre scuote il neonato di cinque mesi e si autodenuncia, dopo il suo atto di disperazione. Ecco cosa è accaduto

madre scuote neonato
madre scuote neonato – Vicenza

Madre scuote il neonato di cinque mesi e lo manda in coma: si autodenuncia e racconta il perchè di questo terribile gesto.

Che cosa è successo al neonato di Vicenza?

Una storia agghiacciante che arriva dalla provincia di Vicenza, su questa mamma di 29 anni residente a Maestrino. La donna era in casa con il marito – un uomo di 37 anni – e quest’ultimo prende il bambino e lo carica in auto correndo al Pronto Soccorso:

“per favore, nostro figlio non respira”

Subito appena visto, il medico si è accorto che fosse accaduto qualcosa di strano e per questo motivo decide di chiamare immediatamente i Carabinieri.

Non appena arrivati sul posto la mamma si è autodenunciata del fatto – come emerge anche su TgCom24 – dicendo di averlo cullato con forza

“piangeva troppo…ero disperata”

Dai controlli svolti dai medici è emerso che il piccolo avrebbe subito non pochi danni dopo essere stato scosso con forza. Da una prima indiscrezione sembra inoltre che i medici abbiano notato dei lividi lungo la schiena e sul torace – che possono essere riconducibili ad una pressione delle mani da parte di un adulto.

La mamma si autodenuncia del fatto

La donna di 29 anni si è autodenunciata immediatamente non appena i Carabinieri. Gli stessi hanno effettuato un sopralluogo nell’abitazione della coppia e poi hanno sentito la mamma in caserma.

Il neonato –  che lotta per la sua vita al reparto di Terapia intensiva neonatale – avrebbe pianto per tutta la notte, portando la mamma al gesto dello “scuotimento” per farlo smettere (accusava dolori per la crescita di un dentino). I sintomi riscontrati sono stati quelli pari all’arresto circolatorio.