Home Politica M5S crisi, “Colpa di Di Maio”: Elena Fattori lascia, in 20 pronti...

M5S crisi, “Colpa di Di Maio”: Elena Fattori lascia, in 20 pronti per Salvini

CONDIVIDI

Fermento e malcontento all’interno del M5S, 20 pentastellati minacciano di passare nelle fila della Lega mentre la Fattori ha annunciato l’abbandono

Matteo Salvini, Luigi Di Maio

Rumors nelle fila del M5S parlano di numerosi pentastellati pronti a lasciare il partito, nel frattempo Elena Fattori dopo mesi di contrasto con Luigi di Maio ha abbandonato proprio oggi. Vediamo cosa sta succedendo

M5S in fermento: dissidenti pronti a migrare

Tra le fila del M5S il malcontento pare crescere di giorno in giorno, probabilmente anche a causa della tensione dovuta all’imminenza delle elezioni in Emilia.

Il timore di un ulteriore assalto del centrodestra come avvenuto in Umbria potrebbe acuire i già presenti contrasti all’interno del gruppo pentastellato.

Si parla già di venti deputati del Movimento Cinque Stelle che sarebbero pronti a lasciare per passare nelle fila della Lega, ma in realtà tutti i gruppi politici stanno vivendo un momento di grande fermento e movimenti, veri o presunti.

Il dopo elezioni del 26 gennaio in Emilia potrebbe vedere dunque uno scossone al Governo Conte Bis ma comunque non si prevedono elezioni a breve.

Elena fattori lascia L’M5S per colpa di Luigi di Maio?

La grillina Elena Fattori alla fine l’ha fatto: dopo molti contrasti con il leader Luigi Di Maio, ora ha annunciato ufficialmente l’abbandono del partito:

“Oggi lascio il Movimento 5 Stelle”

Elena Fattori spiega le sue ragioni evidenziando che non si tratta di un abbandono del partito in sé paragonato alla ciurma di una nave, ma secondo lei la colpa sarebbe stata di Di Maio :

“è il capitano che mi ha lasciata senza pane e acqua”

I contrasti con il leader pentastellato si sono acuiti soprattutto in occasione delle discussioni sulla Legge di Bilancio, ma sono continuate anche perchè come riporta Liberoquotidiano, si trova da una anno sotto procedura disciplinare.

Quello che lamenta la Fattori – come si evince da Libero Quotidiano – è sostanzialmente una mancanza di interesse alla sua situazione e di ascolto ai suoi ripetuti appelli di poter avere la possibilità di lavorare

“Possibilità sottratta in questi mesi”