Home News Luserna, il paesino che offre case gratis a chi fa volontariato

Luserna, il paesino che offre case gratis a chi fa volontariato

CONDIVIDI

Luserna è un piccolo paese del Trentino, che offre case gratuite a coloro che fanno volontariato nel paese. Ecco come candidarsi.

Luserna

Luserna è un paese del Trentino Alto Adige offre un casa gratuita in mezzo alla natura incontaminata, senza pagare affitto a tutti coloro che si fermeranno per almeno 4 anni. Il progetto si chiama “Coliving, collaborare, condividere, abitare” e prevede per tutti coloro che vogliono vivere nel paese, atti di volontariato utili a garantire il benessere di tutti.

Il progetto a sfondo benefico

Luserna si trova tra Folgaria, Lavarone e Passo di Vezzana a 1.350 m, nelle valli del Trentino alle pendici meridionali. Il comune ha una popolazione di circa 300 abitanti. Per poter partecipare al progetto ci sono dei requisiti: COLIVING è pensato per famiglie giovani e vede il coinvolgimento di alcune organizzazioni a partire dalla Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri al Comune di Luserna, dalla Provincia autonoma di Trento alla ITEA s.p.a.

Si mira a ridurre lo spopolamento della regione utilizzando il patrimonio immobiliare in mano pubblica, non usato. Nel comunicato ufficiale si può leggere che si desidera offrire:

“alle giovani famiglie le condizioni ideali per diventare autonome, costruire un progetto di vita di coppia e contribuire allo sviluppo e alla vita di un territorio montano.”

I requisiti del bando

Si potrà partecipare entro il 3 agosto 2020 ed il bando prevede alcuni requisiti e offre l’alloggio a 4 giovani nuclei familiari, sia con i figli che non. Si richiede di non aver superato i 40 anni e di non essere residente nel territorio della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri da almeno 2 anni. Inoltre si richiede che ogni nucleo familiare abbia ingressi, cioè un reddito minimo che riesca a garantire la sopravvivenza.

Nel bando inoltre si dice che nello stilare la graduatoria:

“È data precedenza ai nuclei familiari in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 2, comma 2 del bando; dopo l’esaurimento della graduatoria, gli alloggi non assegnati sono proposti, secondo l’ordine di graduatoria ai soggetti con un’età superiore ai 40 anni con almeno un figlio appartenente al nucleo familiare di età uguale o inferiore ai 18 anni, ovvero ai richiedenti residenti nel territorio della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri nel corso dell’ultimo biennio antecedente la domanda.”

Sarebbe consigliabile imparare la lingua del posto, parlata dalla maggior parte della popolazione: il cimbro. È una lingua simile al tedesco medio-alto con intonazione bavarese che ha quasi 1.000 anni.

Inoltre dovrete presentare 3 moduli:

  1. la domanda secondo il modello di domanda;
  2. il CV abitativo di comunità
  3. Impegno personale e del proprio nucleo familiare.

Cosa viene offerto e cosa si richiede

Le 4 famiglie avranno abitazioni gratuite, prive di canone di locazione. Si dovranno pagare le spese, cioè le utenze.

Coloro che saranno scelti, dovranno fare attività di volontariato, che portino benessere alla comunità. Si parla di corsi, piccoli lavori di manutenzione, aiuto per ai bambini per fare i compiti…potete insomma prestarvi con le vostre competenze.