Home Personaggi Luigi Fedele, chi è l’attore di Io ti cercherò? Vita carriera e...

Luigi Fedele, chi è l’attore di Io ti cercherò? Vita carriera e curiosità

CONDIVIDI

Chi è il giovane Luigi Fedele, attore di Io ti cercherò? Vita, carriera e passioni del giovane astro nascente nell’ambiente cinematografico.

Luigi Fedele Biografia

Luigi Fedele, il nuovo e giovane astro nascente del mondo cinematografico: chi è l’attore di ‘Io ti cercherò’?

Biografia dell’attore toscana amante dei graffiti.

Luigi Fedele, vita e carriera

Luigi Fedele è un attore di origini toscane nato nel 1998 a Pisa. Conosciuto da molti telespettatori come Ferro, il ruolo che ha interpretato nel celebre film Piuma, di Roan Johnson.

Ha studiato recitazione con Barbara Valmorin ed ha esordito sul palcoscenico teatrale a soli 10 anni scarsi con due produzioni inscenate al Teatro Piccolo Re di Roma.

Il suo esordio come attore risale a qualche anno prima del ruolo che ricoperto in Piuma: aveva solo 12 anni quando entrò nel cast di La pecora nera, opera prima di Ascanio Celestini. Nel film Luigi interpreta un ruolo da protagonista.

L’anno seguente entra nel cast di Cavalli di Michele Rho per tornare nuovamente a Venezia con Controcampo Italiano. Nel 2012 ha recitato nella serie televisiva di Anna Negri, A fari spenti.

Si legge su ViaggiNews.it che la pellicola Piuma lo ha reso famoso poiché ha ottenuto il premio Pasinetti conquistando il piacere e l’apprezzamento del pubblico.

Luigi Fedele ha vestito anche i panni di un ragazzo con la sindrome di Asperger in Quanto Basta nel 2018: sul set ha recitato a fianco di Vinicio Marchioni, protagonista della pellicola. Un ruolo non di facile interpretazione grazie al quale Fedele ha dimostrato il suo enorme talento conquistando il premio Graziella Bonacchi ai Nastri d’argento del 2018.

View this post on Instagram

Per sempre con delicatezza @nastridargento

A post shared by Luigi Fedele (@__luigifedele) on

Il giovane attore interpreta anche il ruolo di Ettore Frediani in Io ti cercherò, una serie Tv del 2020 dalla regia di Gianluca Maria Tavarelli in cui recita con Alessandro Gassmann.

Graffiti, la sua seconda grande passione

La più grande passione di Luigi Fedele è senz’altro la recitazione che gli permette di mostrare il suo incredibile talento camaleontico nell’interpretare egregiamente ruoli agli antipodi.

Ama l’arte nel suo complesso e recitare è una forma d’arte. Sin da piccolo ha però coltivato un’altra passione artistica: la street art. Trascorreva intere nottate in giro per la città per dare vita ai suoi graffiti, una forma di espressione e di comunicazione adottata da moltissimi giovani.

Si legge su YouMovies.it che per Fedele la street art è una specie di ‘malattia’, l’attore confessa quanto gli sia vitale e necessario esprimersi quanto più possibile con i suoi amati graffiti.

View this post on Instagram

Vagabundo pela Vida

A post shared by Luigi Fedele (@__luigifedele) on

Un ragazzo camaleontico e dalla bravura stupefacente che proprio attraverso i colori dei suoi graffiti esprime la sua vena trasformatrice: cambia ruolo in modo naturale proprio come i colori si trasformano mescolandosi nell’opera di graffiti da lui creata.

La sua evoluzione cinematografica sembra aver un futuro promettente, lui stesso afferma di voler continuare a scoprire quanti ruoli può interpretare calandosi al 100% nel personaggio. Ama trasformarsi ogni volta in una persona diversa così come richiesto dal suo lavoro: ogni personaggio interpretato è come una seconda pelle.

Luigi Fedele è giovane ma ha un talento promettente, si sente pronto, da bravo camaleonte recitativo, a continuare la sua carriera di attore con qualunque ruolo gli verrà proposto.