Home Politica Chi è Lucia Azzolina, la preside è il nuovo Ministro della Scuola

Chi è Lucia Azzolina, la preside è il nuovo Ministro della Scuola

CONDIVIDI

Il profilo di Lucia Azzolina è stato scelto per essere il nuovo Ministro della Scuola. Ecco chi è

lucia azzolina

Chi è la preside Lucia Azzolina, nuovo Ministro della Scuola. Profilo e carriera politica della dirigente scolastica.

Le dimissioni di Fioramonti

Le dimissioni dell’ormai ex Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, per qualcuno sembravano prevedibili, per qualcun altro assolutamente inaspettate.

Fatto sta che Fioramonti aveva già espresso le sue intenzioni lo scorso 5 settembre, quando aveva annunciato che avrebbe lasciato la carica se la nuova legge di Bilancio non avesse previsto dei fondi per scuola e università.

Dura la reazione dei pentastellati, che hanno ricordato all’ex Ministro di dover versare una somma di 70mila Euro, corrispondente ai mancati rimborsi al partito stesso e all’associazione Rousseau.

Chi è Lucia Azzolina?

Dopo il toto nomi per i successori di Lorenzo Fioramonti, Lucia Azzolina è il nuovo Ministro della Scuola, già insegnante e sottosegretario al Ministero dell’Istruzione.

37 anni siracusana la preside è legata al Movimento 5 stelle ed è stata Sottosegretario dall’inizio di questo esecutivo. Laureata in filosofia e poi giurisprudenza ha svolto la pratica forense occupandosi del diritto scolastico per poi diventare preside.

I primi passi nella politica dal 2018 e ora si pone gli obiettivi per andare avanti e fare del suo meglio, visto il nuovo incarico.

La preside ha avuto dalla sua parte non solo il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ma anche la necessità di trovare in tempi brevi una persona che abbia già avuto a che fare con un Ministero tanto complesso ed importante come quello della scuola.

Per la preside anche dei detrattori che hanno messo sul tavolo delle valutazioni il concorso vinto dalla preside quando era già parlamentare e non ancora sottosegretario.

Una decisione che la Azzolina ha sempre spiegato come conseguenza della scelta di voler fare un salto dopo tanti anni di insegnamento.