Home Casi Luca Sacchi, emerge il referto medico di Anastasiya svolto la notte dell’omicidio

Luca Sacchi, emerge il referto medico di Anastasiya svolto la notte dell’omicidio

CONDIVIDI

Dopo il triste funerale di Luca Sacchi ora emerge il referto medico della fidanzata Anastasiya, elemento in più che verrà messo in luce durante il suo interrogatorio

Luca Sacchi,
Luca Sacchi

Ombre e grandi punti interrogativi per la questione del terribile omicidio di Luca Sacchi, con la verità sul referto medico di Anastasiya.

Il dolore dei genitori verso la fidanzata del figlio

Mentre le indagini continuano a tappeto con testimonianze e tabulati telefonici, i genitori sono intervenuti a La Vita in Diretta, distrutti dal dolore ma con la consapevolezza che il figlio gli stia dando la forza per andare avanti.

Raccontano di come fosse questo ragazzo tra sport, vita sana e amici con il sogno di aprire una palestra tutta sua:

“voglio sapere perché non ho più mio figlio. perché è morto? Questo voglio sapere”

L’urlo della madre che vuole, insieme al marito, solo la verità su quella notte. Parlano anche della fidanzata del ragazzo:

“il clamore mediatico lo stanno creando lei e giovanni princi. spero con tutto il cuore che le non c’entri nulla. era come una figlia”

Nonostante i genitori della vittima abbiano più volte contattato la ragazza per sapere come stesse, lei si è volatilizzata nel nulla. I dubbi sul messaggio prima del funerale sono tanti:

“quel messaggio non è suo, io la conosco e so che non è possibile”

I risultati del referto medico su Anastasiya

Libero Quotidiano evidenzia che il referto medico stilato dai medici durante la notte dell’omicidio, all’Ospedale San Giovanni di Roma indica che la ragazza non avesse alcun ematoma – livido o escoriazione.

Nonostante questo la ragazza ha sostenuto la sua tesi per giorni, raccontando di essere stata colpita dai due aggressori con una mazza da baseball.

I dottori, sempre come si evince dal quotidiano, non hanno riscontrato alcuna lesione che possa essere riconducibile all’aggressione di quella sera.

Ora si attende il suo interrogatorio, che avverrà nelle prossime ore.