Home Politica Lorenzo Fioramonti lascia il Movimento e passa al misto: “Molto deluso dai...

Lorenzo Fioramonti lascia il Movimento e passa al misto: “Molto deluso dai 5 Stelle”

CONDIVIDI

Lorenzo Fioramonti lascia il Movimento 5 Stelle e passa al gruppo misto. La decisione dopo i pesanti attacchi per le sue dimissioni

lorenzo fioramonti

L’ex Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti lascia i pentastellati. Le critiche dopo la scelta di dimettersi.

Lorenzo Fioramonti lascia il Movimento

L’ex Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, lascia il Movimento 5 Stelle. Una decisione che era nell’aria già da un po’ e che ieri Fioramonti ha annunciato dal suo profilo Facebook.

Come riporta anche La Repubblica, il giorno della vigilia di Natale, Fioramonti aveva reso note le sue dimissioni per non essere riuscito ad ottenere i 3 miliardi di fondi per scuola ed università che lui stesso aveva chiesto all’inizio del suo mandato.

Quegli investimenti per la scuola, però, non sono mai arrivati e l’ex Ministro dell’Istruzione si è dimesso. Una scelta che gli ha scatenato addosso pesanti critiche, soprattutto da parte dei suoi ex colleghi pentastellati.

Feroci attacchi dal movimento

La decisione di abbandonare il Movimento 5 Stelle e passare al gruppo misto è arrivata ieri dopo i pesanti attacchi subiti dai suoi colleghi.

“Il trattamento peggiore l’ho ricevuto dal Movimento, che ha criticato le mie scelte e la mia persona”

ha lamentato Fioramonti.

L’ex Ministro, però, si è detto molto sorpreso dagli attacchi ricevuti, visto che aveva da sempre palesato le sue intenzioni. La cosa più grave, secondo Fioramonti, è che il Movimento abbia perso i valori di trasparenza e democrazia interna che ne hanno permesso la nascita.

Valori persi che, insieme alle pesanti accuse ricevute, hanno convinto l’ormai ex Ministro dell’Istruzione a lasciare il suo posto tra le fila dei pentastellati.

Per adesso il suo porto è il gruppo misto, ma l’intenzione è quella di portare avanti battaglie importanti come quelle ambientali, di formazione e ricerca. Nessun nuovo partito, almeno per adesso, e l’adesione al gruppo misto, in maniera del tutto individuale.