Home News Lombardia, discoteche riaperte: ecco tutte le regole

Lombardia, discoteche riaperte: ecco tutte le regole

CONDIVIDI

In Lombardia le discoteche riapriranno oggi, venerdì 10 luglio. Ecco quali saranno le regole per potervi accedere in sicurezza.

lombardia discoteche

In Lombardia si potrà tornare a divertirsi nelle discoteche e nelle sale da ballo. I gestori e gli avventori, dovranno rispettare delle regole previste dall’Ordinanza Regionale.

Gli obblighi per i gestori

In Lombardia discoteche e sale da ballo riapriranno sin da oggi ma un’ordinanza varata il 29 giugno, ne regolamenta le condizioni. In particolare, si potrà ballare soltanto all’aperto. All’ingresso ci sarà la consueta misurazione della temperatura e l’obbligo di mascherina. Le norme non riguarderanno soltanto i clienti che hanno voglia di tornare a divertirsi ma anche i gestori.

Questi ultimi, dovranno essere in grado di informare i clienti sulle misure di prevenzione, comprensibili per tutti in modo facile. Si potranno avvalere di cartelloni, segnali e sistemi audio video.

Gli spazi dovranno essere riorganizzati in modo da garantire ingressi ed uscite che scongiurino gli assembramenti. Preferibili percorsi differenziati per gli ingressi e le uscite. La capienza del locale, inoltre, andrà ridefinita sulla base del metro di distanza obbligatorio tra ognuno.

Bisognerebbe, inoltre, agevolare i clienti a prenotare la propria serata, meglio se online. E ancora, le presenze dovranno essere registrate e conservate per 14 giorni. Anche il personale si dovrà sottoporre alla misurazione della temperatura. Se superiore ai 37,5 non potrà accedere.

Per quanto riguarda gli eventuali guardaroba, gli oggetti dovranno essere messi in sacchetti appositi. Ovviamente, ai clienti dovranno essere resi disponibili dei gel igienizzanti. Il personale deve usare la mascherina.

Gli obblighi per i clienti

La mascherina dovrà essere obbligatoriamente indossata quando ci si trova al chiuso. Una volta all’esterno, bisognerà rispettare la distanza di sicurezza di un metro. Al banco non si può consumare a meno che non si possa mantenere la distanza di un metro. Gli accessi al banco potrebbero essere contingentati.