Home News Lince pardina e altre specie in via d’estinzione: ecco la nuova lista

Lince pardina e altre specie in via d’estinzione: ecco la nuova lista

CONDIVIDI

La lince pardina e altre specie sono presenti nella nuova lista delle specie attualmente in via d’estinzione, che contano  meno di 1.000 esemplari.

lince pardina

La lince pardina è presente in una lista molto lunga di specie in via d’estinzione, che contano meno di 1.000 esemplari. I dati sono presenti in un studio e non sono per nulla incoraggianti. Si parla di una nuova estinzione di massa, la sesta dall’inizio della vita sulla terra (l’ultima è stata quella dei dinosauri). Il contributo antropico incrementa la velocità con cui avviene.

La crisi ecologica

Questa crisi ecologica è veramente grave ed ampia, al punto da rendere difficilmente identificabili quali saranno per davvero quali sono gli animali che scompariranno per sempre nei prossimi anni.

A farci questo quadro poco roseo, è uno studio a cura di Stanford e dell’instituto de Ecología di Città del Messico e lo possiamo leggere su PNAS. Contiene inoltre una lista grandissima, con ben 515 specie che si definiscono ormai in via d’estinzione perché hanno meno di 1000 esemplari. Si stima che in futuro questo numero possa aumentare.

Nella Lista Rossa della IUCN, segnala attualmente oltre 31.000 specie in via d’estinzione. Nella listra troviamo 29.374 specie di vertebrati terrestri, 75 mammiferi, 335 uccelli, 41 rettili e 65 anfibi. Tutte contano meno di 1.000 esemplari nel mondo e oltre la metà sono in situazione critica perché contano meno di 250 esemplari. La maggior parte di queste specie si concentrano nelle zone tropicali e subtropicali, quelle regioni a più alta biodiversità sul pianeta.

Possiamo leggere nello studio

“la sesta estinzione potrebbe essere la più grave minaccia ambientale per la sopravvivenza della nostra civiltà, perché è irreversibile. La conservazione di specie a rischio dovrebbe diventare un’emergenza globale per governi e istituzioni locali, alla pari del cambiamento climatico.”