Home News Le EcoBoat, in Camerun il riciclo creativo delle bottiglie di plastica

Le EcoBoat, in Camerun il riciclo creativo delle bottiglie di plastica

CONDIVIDI

In Camerun stiamo assistendo ad un riciclo creativo delle bottiglie di plastica molto particolare, costruendo le EcoBoat cioè barche ecologiche per i pescatori.

In Camerun si sfruttano le bottiglie di plastica per costruire le EcoBoat. L’idea è approfittare della resistenza della plastica, eliminando un problema ambientale, riducendo l’inquinamento del suolo, fiumi e mari. Poi si aiuta a ridurre il problema della plastica ingerita dagli animali, che li può portare alla morte ed entrano a far parte della catena alimentare.

Un riciclo creativo per le bottiglie

Il problema dei rifiuti plastici è ormai globale, ma è maggiormente sentito nei Paesi in via di sviluppo. In queste zone del mondo non esiste un sistema di raccolta differenziata capillare, dato che non ci sono risorse economiche per riuscire a costruire le strutture per poter riciclare i rifiuti.

Per via di questa mancanza di strutture di raccolta, per limitare la dispersione di plastica in Camerun l’ingegnere Ismael Essome Ebone, ha trovato un’ingegnosa soluzione. Ha progettato le EcoBoat, delle piccole barche ecologiche, molto maneggevoli disponibili per tutti. Sono molto economiche e comode.

Queste piccole imbarcazioni sono state pensate per i pescatori più poveri. Sono create partendo da bottiglie di plastica. Sono anche pensate per promuovere l’ecoturismo nel paese, oltre ad aiutare coloro che si occupano della conservazione dell’area costiera marina di Kribi.

Ismael ha dato vita ad un’associazione no-profit chiamata Madiba&Nature. Si tratta di una realtà ben consolidata, che in soli tre anni è in grado d’offrire lavoro a decine di persone che lavorano per recuperare l’ambiente, riutilizzando e selezionando al meglio i rifiuti di plastica.

Non solo barche

L’associazione Madiba&Nature ha anche dei programmi educativi e formativi. Ha dato vita a corsi sul riciclo e il riuso dei rifiuti, oltre che creare dei programmi sull’educazione ambientale. I destinatari sono la cittadinanza e le imprese che vogliono imparare il riciclo.

Fornisce anche consulenze, supporto ad altre associazioni, aziende o organizzazioni che vogliono puntare sull’ecosostenibilità.