Home Salute & Benessere Il latte NON è tutto uguale. Cosa devi sapere per scegliere quello...

Il latte NON è tutto uguale. Cosa devi sapere per scegliere quello GIUSTO per te?

CONDIVIDI

Il latte NON è tutto uguale: scremato, intero, fresco, a lunga conservazione o crudo? Scopri le differenze per scegliere facilmente quello giusto per te.

bottiglia di latte – iStock

È importante sapere che il latte non è tutto uguale anzi ci sono grandi differenze tra le varie tipologie di latte in commercio.

Scopri quali sono e qual è quello che fa bene alla tua salute!

C’è un’ampia scelta e possiamo distinguere le varie tipologie di latte in base al contenuto di grassi e al tipo di trattamento termico effettuato.

Il latte non è tutto uguale: le differenze

Tipi di latte in base al trattamento termico

In base al trattamento termico effettuato abbiamo ben 6 tipi di latte:

  1. Crudo: o latte al ‘naturale’ non subisce trattamenti termici e si consuma nell’immediato. Prima di consumarlo bisogna farlo bollire.
  2. Fresco Pastorizzato: subisce un breve trattamento termico di 15 secondi a  72°. Il gusto le proprietà organolettiche rimangono quasi del tutto intatte ma deperisce velocemente infatti si conserva in frigorifero per al massimo 4-5 giorni.
  3. Fresco Pastorizzato Alta Qualità: A cui viene applicato un trattamento termico più lieve rispetto a quello normale.
  4. Microfiltrato: viene pastorizzato e poi microfiltrato per eliminare quasi completamente tutti i microbi presenti. Preserva il gusto del latte fresco ma in frigorifero potete conservarlo anche per 2 settimane.
  5. Pastorizzato ad alte temperature: subisce un trattamento a metà tra pastorizzazione e UTH, il sapore è come quello pastorizzato ma in frigo si mantiene anche per 20-25 giorni.
  6. UTH (Ultra High Temperature): ovvero il latte a lunga conservazione, è trattato a temperature molto elevate per pochi secondi (5 secondi a 150°). Si conserva fino a 5 mesi fuori dal frigorifero perché privo di batteri.

È chiaro che il latte più è fresco e più mantiene intatte tutte le sue proprietà (vitamine, calcio, sali minerali…) ma con esse anche i batteri.

Una scelta equilibrata è bere il latte Pastorizzato Alta Qualità perché ha temporalmente una modesta conservazione, pochissimi microbi e mantiene le proprietà organolettiche intatte.

latte versato nel bicchiere di vetro

Consumare latte UTH è comunque una scelta sana e soprattutto comodissima perché potete comprarlo oggi e consumarlo tra 2 mesi.

Leggi anche: Bevande vegetali sostitutive del latte, quali sono?

Tipi di latte in base alla quantità di grasso

Invece dal punto di vista del grasso possiamo suddividere il latte in:

  • Latte intero: il contenuto di grasso minimo è 3,5%.
  • Parzialmente scremato: la percentuale di grasso deve essere compresa tra 1,5% e 1,8%.
  • Scremato: la quantità di grasso presente deve essere al di sotto dello 0,5%.

Anche in questo caso la scelta equilibrata per la salute è la famosa ‘via di mezzo’: il latte parzialmente scremato è una scelta quotidiana salutare grazie alle moderate quantità di grasso presenti.

In base al vostro stile di vita potete scegliere un latte più o meno grasso o pastorizzato affinché sia adatto alle vostre abitudini alimentari giornaliere.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”