Home Cronaca L’appello di Victor Osimhen per trovare la venditrice di strada

L’appello di Victor Osimhen per trovare la venditrice di strada

CONDIVIDI

Giovane, con una gamba amputata e un recipiente pieno di bottiglie sulla testa. È il soggetto della fotografia in cui l’attaccante del Napoli è incappato online.

Osimhen
La maglietta mostrata dai giocatori invitava la polizia a fermare la violenza sui cittadini.

Il numero 9 del calcio partenopeo non è rimasto indifferente alla sofferenza altrui che, prima di fare il suo ingresso nel milionario e patinato mondo del calcio, era anche la sua.

Nessun dolore, nessun guadagno

L’attaccante del Napoli aveva visto un’immagine sui social.

Una giovane donna, senza una gamba, incede per strada con l’aiuto di una stampella di legno e con un’ampia bacinella in testa.

Si tratta di una prova di forza e equilibrio non semplice per moltissimi. Per lei, invece, è un’abitudine.

Indossa una maglietta grigia sulla quale campeggia la scritta “no pain no gain“. Nessun dolore nessun guadagno, quasi come fosse lo slogan della sua esistenza.

Si trova ad un incrocio della popolosa città di Lagos, dove vende acqua agli automobilisti durante le piccole pause imposte loro dalla luce rossa dei semafori e dalla sete.

Aiutatemi a trovarla

Osimhen, ormai al riparo dalla povertà e dai disordini del Paese d’origine, attraverso lo scatto, è ripiombato agli anni dell’infanzia trascorsi agli incroci stradali, quand’era dedito, come la donna nella foto, a piccole vendite preziose per la sopravvivenza della famiglia.

La sua abitazione era a ridosso degli effluvi di una discarica.

Così il 22enne ha condiviso la foto sui social chiedendo ai suoi sostenitori di rintracciare la concittadina.

L’annuncio è arrivato nella città natia e alla persona ricercata, di cui ha ricevuto il numero di cellulare.

L’incontro tra i due giovani conterranei è avvenuto in videochiamata.

La donna appare raggiante, secondo alcune istantanee pubblicate dal numero 9 del Napoli.

Infine non sono mancati i ringraziamenti a coloro che gli hanno permesso di rintracciare la venditrice di acqua.